Home Cultura News

È morto Mordillo, illustratore dei nostri sogni più colorati

Il fumettista argentino scompare a 86 anni. La sua carriera è stata lunga e straordinaria: con i suoi animali e altri personaggi fantastici ha creato un mondo che è diventato anche il nostro

È morto a 86 anni Guillermo Mordillo Menéndez, noto a tutti come Mordillo, fumettista argentino famoso in tutto il mondo sin dagli anni ’70 per i suoi personaggi stravaganti e colorati. Ieri sera ha accusato un malore mentre era a cena in un ristorante a Minorca, ed è deceduto poco dopo. Era nato da una famiglia di emigrati spagnoli in Argentina, e aveva iniziato a disegnare molto giovane. Dopo la laurea in illustrazione ha iniziato a girare il mondo: il Perù, dove ha pubblicato libri per l’infanzia, poi New York, dove ha lavorato a lungo alla Paramount sviluppando il cartoon di Popeye.

Infine Parigi, dove ha conquistato la fama internazionale e numerosi premi, tra cui il Phoenix Prize of Humor nel 1973 e il Cartoonist of the Year del Salone Internazionale dell’Humor di Montréal nel 1977. Ha collaborato con numerosi giornali europei, tra cui Paris Match e Stern. Il suo tratto negli anni è diventato familiare in tutto il mondo, ed è comparso su centinaia di poster, copertine di diari o altre pubblicazioni. Ovunque. Le sue tavole erano spesso popolate da decine di personaggi onirici, come le sue famose giraffe dal collo lunghissimo.

Leggi anche