Home Cultura News

Donne, draghi e battaglie. Il prequel de “Il Trono di Spade” è in libreria

Il creatore del romanzo da cui è tratta la fortunatissima serie tv sta per catapultarvi ancora nell'impietoso mondo di draghi, nani e donne ambiziose.

Daenerys Targaryen, la regina dei draghi ideata da G. R. R. Martin

Daenerys Targaryen, la regina dei draghi ideata da G. R. R. Martin

Se la grande notizia della proiezione in formato Imax, degli ultimi due episodi della quarta stagione de Il Trono di spade nei cinema americani, contestualmente alla presentazione del trailer della quinta, soddisfa solo gli appassionati d’oltreoceano, la buona notizia per gli amanti di tutto il mondo delle avventure del nano Tyrion, della regina in esilio Daenerys e del Guardiano della Notte Jon Snow, è un fantasy, thriller e noir tutto al femminile: La principessa e la regina, a cura di G. R. R. Martin e G. Dozois, edito da Mondadori; dedicato a chi ha l’ardire d’incrociare il cammino di donne molto toste e pericolose.

La principessa e la reginaNiente damigelle svenevoli, niente ingenue figlie di scienziati pazzi, niente giovani vedove in difficoltà, ma regine che scendono in guerra, maliarde che seducono con la magia di uno sguardo nero come la notte, ladre di banche dalle mani callose e la mente scaltra. Tutte figlie o nipoti di quella guerriera Eowyn che ne Il Signore degli anelli di Tolkien rideva in faccia al nemico che si credeva invicibile, perché nessun uomo può ucciderlo, e ribatteva “Ma io non sono un uomo”.

Una splendida raccolta che comprende anche un assolato, feroce western fantasy di Joe Abercrombie, e un incontro di pugilato mooooolto strano di J. Lansdale, tanto per citare due tra i nomi più celebri.

Ma la gemma principale di questa collana di “donne che spaccano” è costituita dal fosco, violentissimo prequel de Il trono di Spade, scritto da re Martin stesso, ambientato al tempo in cui i draghi non erano solo tre cuccioli ancora in via di sviluppo, ma i destrieri ufficiali di un’intera famiglia reale, con tutto quel che comporta quando due membri della medesima casata, zia e nipote, regina e principessa, si contendono il trono a suon di zanne, artigli e ali.

Chi mai può comprendere il cuore di un drago? Alcuni sostengono che il legame tra drago e cavaliere è profondo al punto che la bestia condivide odi e amori del suo padrone. Ma in questo caso, chi era l’alleato e chi il nemico? ll motto di casa Targaryen (“Fuoco e sangue”) non è mai stato tanto appropriato.

I nuovi personaggi della quinta stagione de “Il Trono di Spade”:

Qui i draghi sono tanti, e danzano davvero. Una narrazione in stile solenne, cronachistico, quasi fosse la trascrizione di un antico manoscritto di qualche ignoto scrivano di corte, in cui sfilano mercenari, eserciti nel fango, tradimenti, eroici generali, imprevedibili scherzi del caso e, soprattutto, le vertiginose acrobazie dei draghi in battaglia, che incendiano le pagine e tengono incandescente il ritmo.

C’è solo una cosa più elegante e, allo stesso tempo, spaventosa di un drago parecchio incazzato: una donna a cavalcarlo. Una donna molto, molto arrabbiata.

La principessa e la regina
di G. R. R. Martin e G. Dozois.
Mondadori, 416 pagine.
Prezzo: 20,00 €

Leggi anche