Home Cultura News

Addio a Carla Fracci, regina italiana della danza

La ‘prima ballerina assoluta’, come la definì il ‘New York Times’, aveva 84 anni

Foto: Daniele Venturelli/WireImage via Getty Images

È morta Carla Fracci, étoile della danza italiana diventata un’icona del balletto internazionale. Aveva 84 anni, ed era malata di tumore da molti anni.

Nata a Milano il 20 agosto del 1936, si era iscritta alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala spinta da amici di famiglia che l’avevano vista ballare nel salone del dopolavoro del papà tranviere. A 12 anni, è già una comparsa nella Bella addormentata, accanto alla celebre étoile Margot Fonteyn. Dopo il diploma nel 1954, nel 1955 il primo vero debutto alla Scala con Cenerentola, mentre nel 1958, a 22 anni, diventa prima ballerina del teatro milanese.

Dal Lago dei cigni allo Schiaccianoci, da Giulietta a Coppelia, fino alla “sua” Giselle, forse il personaggio più legato a Fracci. La ballerina porterà quel balletto ovunque nel mondo, anche insieme a colleghi illustri come Nureyev, suo partner moltissime volte. È lì che diventa la star della danza italiana più famosa nel mondo: la “prima ballerina assoluta”, come la definisce il New York Times.

Nel 1964 sposa Beppe Menegatti, aiuto regista di Visconti, con cui diventa mamma nel ’68 e con cui realizza moltissimi spettacoli, non tutti – secondo alcuni – all’altezza del suo nome e del suo talento. Da sempre attenta al lato “pop” della danza, diventa un volto noto anche in tv, al cinema (ha recitato in Storia vera della signora delle camelie di Mauro Bolognini con Isabelle Huppert e Gian Maria Volonté e in Nijinskij di Herbert Ross con Jeremy Irons), e decide di portare il mondo del balletto anche lontano dai teatri, per avvicinarsi ancora di più al pubblico.

Politicamente impegnata (nel 2009 diventa assessore alla Cultura della Provincia di Firenze), direttrice di corpi di ballo in tutta Italia (dal San Carlo di Napoli all’Arena di Verona, fino all’Opera di Roma), è apparsa l’ultima volta nella docuserie di RaiPlay Corpo di ballo, uscita quest’anno.

L'”eterna fanciulla danzante” (parole di Eugenio Montale) sarà interpretata da Alessandra Mastronardi in una fiction ora in lavorazione dedicata alla sua vita, tratta dall’autobiografia Passo dopo passo, uscita per Mondadori nel 2013.

Altre notizie su:  Carla Fracci