Home Cultura Interviste Cultura

La prima volta di Leo Ortolani

Il papà di Rat-Man è passato in redazione per raccontarci tutte le sue prime volte, dal debutto dei suoi personaggi più amati fino alla prima volta in cui ha visto le sue figlie adottive, con una copertina speciale realizzata apposta per noi

Anno 2069, l’astronauta Fortunato parte alla scoperta della Luna, cent’anni dopo il primo, leggendario, passo di Neil Armstrong. Un’avventura che lo porta alla scoperta dello spazio, accompagnato dal misterioso Mister Mask, imprenditore spaziale e ultima incarnazione di Rat-Man, il supereroe più celebre nella produzione di Leo Ortolani. Il fumettista, recentemente tornato in libreria con il suo ultimo lavoro Luna 2069, ha reso omaggio allo primo sbarco sulla Luna, fresco di 50esimo anniversario, con una graphic novel realizzata in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana e l’Agenzia Spaziale Europea nell’ambito della missione spaziale Beyond ESA a cui partecipa l’astronauta italiano Luca Parmitano, cui Ortolani si è ispirato per il suo nuovo personaggio.

Noi di Rolling abbiamo colto al volo l’occasione, invitando Leo Ortolani in redazione per chiedergli tutte le sue prime volte – dal debutto dei suoi personaggi più amati fino al primo incontro con le figlie adottive – con tanto di copertina speciale realizzata appositamente per noi. Il risultato? Potete vederlo nel video qui sopra.

Leggi anche