I fantastici cinque: videogame indie da tenere d'occhio a dicembre | Rolling Stone Italia
Home Cultura Gaming

I fantastici cinque: videogame indie da tenere d’occhio a dicembre

Da platformer che sembrano quadri a giochi retrò (ancora in lavorazione) su idoli del cinema, i nostri consigli per gamer stanchi del mainstream

CANDLE
PC, Mac, Linux
Sviluppo: Teku Studios, Daedalic Entertainment

Un platformer dalla bellissima grafica (tutto disegnato a mano, gli sfondi addirittura ad acquerello) che riprende classici come Flashback, Out of This World e Abe’s Oddysee. La particolarità è che il protagonista, Teku, regge una candela che, una volta accesa, deve essere usata per risolvere i vari enigmi – ma occhio a non farla spegnere!

OWLBOY
PC
Sviluppo: D-Pad Studio

Quella di creare il platformer 2D perfetto è un’arte mai perduta: per questo, anche in un’industria che lavora con deadline feroci, i nordici sviluppatori di Owlboy si sono presi nove lunghi anni per mettere a punto questo capolavoro. Estetica 16 bit e atmosfere alla Miyazaki, anche da un punto di vista emotivo: ogni pixel conta.

TYRANNY
PC, Mac
Sviluppo: Obsidian Entertainment, Paradox Interactive

Cosa succede se vince il Male? No, non stiamo parlando di Trump. Tyranny è un RPG isometrico vecchio stile, tranne per il fatto che bisogna mettere in pratica questo Male. Siete disposti a sterminare innocenti? Uccidere un prigioniero? Eppure ha una sua terribile grazia. Questo prova che non stiamo parlando di The Donald.

YESTERDAY ORIGINS
PC, Mac, PS4, Xbox One
Sviluppo: Pendulo Studios, Microïds

Da uno studio spagnolo con oltre vent’anni di esperienza in avventure grafiche, una nuova storia di John Yesterday e della fidanzata Pauline: hanno il dono dell’immortalità, peccato che dopo ogni morte John ritorni in vita senza memoria, mentre Pauline ricorda tutto. Un gioco point and click d’altri tempi, avanti e indietro nei secoli.

SLAPS AND BEANS

PC, Mac, Linux
Sviluppo: Trinity Team

Un videogame (con base italiana, olè) che, se tutto va bene, arriverà: i suoi sviluppatori lo hanno appena finanziato su Kickstarter. Com’è chiaro fin dal titolo (“Schiaffoni e fagioli”), è il gioco ufficiale di Bud Spencer e Terence Hill. Con una pixel art retrò riprende i loro classici anni ’70 e ’80: serve aggiungere altro?