Home Cultura

Coffee Machine Talk: quello che devi sapere prima di presentarti alla macchinetta del caffè

I misteri dietro alla morte di James Brown, l'AI che ora vuol farci il culo pure a Pictionary e la storia dietro alla cover di 'Definitely Maybe' degli Oasis

Artwork Stefania Magli

Succede ogni mattina: il rituale del caffè al distributore automatico con i colleghi. Gente che vi piace mixata con gente che normalmente non frequentereste neanche per un caffè, appunto. In questi casi non si può sempre parlare del meteo, e nemmeno dispensare malignità sul capo – non tutti i giorni, almeno. Ma in un ambiente competitivo come l’ufficio è fondamentale avere sempre un aneddoto interessante da raccontare, una curiosità più o meno pruriginosa da tirare fuori. Quindi Rolling Stone viene in vostro aiuto: tre argomenti al giorno per non farsi cogliere mai impreparati. Filtriamo la massa spuria di Internet per voi, e vi presentiamo il meglio. Prego.

(Ok, il caffè delle vostre macchinette fa schifo, come il nostro. Su questo non possiamo ancora aiutarvi.)

1. I (tanti) segreti dietro la morte di James Brown

Foto Bruno Vincent/Getty Images

La CNN ha pubblicato un lunghissimo, splendido long form diviso in tre parti, firmato Thomas Lake, che ricostruisce tutti i misteri che circondano gli ultimi anni e la morte di James Brown, il “padrino del soul” scomparso nel 2006, ufficialmente per un’aritmia cardiaca conseguenza di una polmonite. Tra le altre cose, Lake suggerisce che Brown potrebbe essere stato assassinato. Mettetevi comodi e leggete questa incredibile storia qui.

2. Ora l’Intelligenza Artificiale vuole batterci anche a Pictionary

Foto Theo Wargo/NBC/Getty Images for “The Tonight Show Starring Jimmy Fallon”

Com’è noto, negli ultimi anni il computer ha umiliato gli umani in due giochi considerati l’apice dell’ingegno umano, ovvero gli scacchi e go, il millenario gioco da tavolo cinese che sta agli scacchi come gli scacchi stanno alla dama, o almeno così sembra. Risolte in fretta queste pratiche, ora il nostro prossimo dominatore ha deciso di sfidarci su un campo in cui, in teoria, noi siamo ancora in vantaggio: il senso comune. L’AI in questione può giocare in entrambi i ruoli: quello del disegnatore e quello di chi deve indovinare. Per il momento sembra bravino, ma non un campione. Ma è un passo avanti verso un futuro in cui i computer lavoreranno con noi, e non contro di noi. Giocate qui e leggetene qui.

3. Il fotografo della cover di Definitely Maybe degli Oasis racconta la storia dietro lo scatto

Un dettaglio della copertina di ‘Definitely Maybe’

“Si capiva subito che sarebbero diventati delle star. Alcun band sembrano rilassate e invece si rivelano dei pezzi di legno. La fiducia in loro stessi era incredibile”. Michael Spencer Jones racconta qui come è nato il suo scatto più famoso, tra incursioni di Lambrette e vino che in realtà non è vino.

Leggi anche