Home Cultura

Banksy ha aperto un negozio online per clienti a basso reddito

Si chiama Gross Domestic Product e vende oggetti creati nello studio dell’artista. C’è anche il giubbotto antiproiettile indossato da Stormzy a Glastonbury

La foto di una lampada da tavolo trasformata in un passamontagna e una scritta: «Sto aprendo un negozio. Si chiama Gross Domestic Product™. Vende arte, prodotti per la casa e sconforto». Banksy ha annunciato con un post Instagram l’apertura del negozio online all’indirizzo www.grossdomesticproduct.com. Tra gli oggetti in vendita, il giubbotto antiproiettile con la Union Jack indossato da Stormzy a Glastonbury (850 sterline); la Met Ball, ovvero un casco della polizia antisommossa trasformato in mirror ball con l’applicazione di 150 piccoli specchi (ce ne sono 15 a 500 sterline l’uno); t-shirt comprate nei negozi di beneficienza su cui l’artista ha messo la sua firma dell’artista con inchiostro e vernice spray (30 sterline l’una); un trittico di stampe raffiguranti il Thrower, il manifestante che lancia un mazzo di fiori (100 pezzi a 750 sterline).

Gross Domestic Product non è un negozio qualunque. Per comprare uno degli oggetti bisogna registrarsi entro il 28 ottobre, selezionare un item e rispondere alla domanda «L’arte è importante?» e farlo in modo «divertente, informativo o illuminante». Gli acquirenti saranno selezionati tramite sorteggio.

I prezzi sono inferiori a quelli di mercato per permettere anche ai clienti a basso reddito di effettuare acquisti. «Per favore, evita di registrarti se sei un ricco collezionista», recitano le istruzioni. Gli oggetti sono realizzati da un team in uno studio artistico, non in fabbrica, usando laddove possibile materiali riciclati.

Leggi anche