Scopri dov'è la "Città Incantata" | Rolling Stone Italia
Home Cultura Arte

Scopri dov’è la “Città Incantata”

Per un fine settimana Civita di Bagnoregio, vicino a Orvieto, diventa una finestra sul mondo dell'illustrazione. Lasciate la macchina, si arriva solo a piedi

Civita di Bagnoregio si trasforma nella città incantata per un fine settimana

Civita di Bagnoregio si trasforma nella città incantata per un fine settimana

Civita di Bagnoregio, la Città che vive.

Non è solamente una banale formula per dire quanto è importante che oggi prenda il via in questa località un festival bellissimo e sofisticato (nel migliore senso del termine), ma è più che altro uno scongiuro, una frase scaramantica che in questo periodo va ripetuta come un mantra, sperando che si avveri. Infatti Civita, uno dei borghi più belli d’Italia che sorge a una manciata di chilometri da Orvieto, rischia di scomparire. Da qui il soprannome “la Città che muore”, perché l’erosione della collina su cui sorge la sta lentamente uccidendo, con il rischio di farla scomparire sotto le frane, prima o poi. Zingaretti (non Montalbano, ma il fratello, che di mestiere fa il presidente della Regione Lazio) da qualche settimana si è fatto promotore di un manifesto/appello perché Civita diventi Patrimonio dell’Unesco, in modo da avere un ulteriore strumento per attrarre attenzione e finanziamenti per salvarla. L’appello l’hanno firmato Napolitano e Fo, Pistoletto e Toscani, Maraini e Morricone, Camilleri e Crepet (che è orgoglioso di essere diventato anche un abitante del Borgo) e molti altri intellettuali italiani.

Dicevamo che da oggi prende il via un festival, un “meeting internazionale di disegnatori che salvano il mondo”, che non poteva che chiamarsi “La città incantata”. Per tre giorni il borgo sarà preso d’assalto da alcuni dei più bravi artisti nazionali e non solo, per incontri e dibattiti.

Nelle piazze, nei vicoli, nelle osterie e persino nelle abitazioni private che ospiteranno i vari eventi, si alterneranno alcuni concentrati di creatività pura. Pensiamo per esempio a Leo Ortolani, il padre di Ratman, oppure a MP5, street artist tra le più interessanti e conosciute d’Europa. E ancora il fondatore di Graphilm Maurizio Forestieri, la nuova rivelazione dell’animazione Sio (arrivata da youtube), i fumettisti Gipi, Ausonia, Davide De Cubellis e Andrea Ferraris. E poi alcune bellissime mostre, come quella di Manfredo Manfredi. I nomi sono troppi da elencare, sono oltre 50, ma su www.lacittaincanta.it potrete trovare il programma e tutte le indicazioni utili.

Come in ogni sogno, si dovrà entrare in punta di piedi, e lo si potrà fare solamente passando per il ponte pedonale costruito negli anni ’60 e rimasto l’unico collegamento di Civita con il mondo. E proprio come i sogni (quelli mica si pagano!) ogni evento, mostra, incontro, workshop o proiezione, sarà a ingresso gratuito. Rolling ci sarà, seguirà tutto il programma e stilerà un vero e proprio diario di bordo di questo grandioso progetto internazionale di eroi dell’utopia. Speriamo che questo nostro piccolo contributo possa aiutare Civita a salvarsi e a vivere. Buona Città incantata a tutti allora, ci vediamo lì!

Orari di apertura del Meeting:

venerdì 10 luglio dalle ore 12 fino alle 00.30
sabato 11 luglio dalle ore 10 fino alle 00.30
domenica 12 luglio dalle ore 10 alle ore 13

Informazioni

info@lacittaincantata.it
www.lacittaincantata.it