Home Cultura Arte

Il nuovo Rinascimento parte dalla street art

Dal 12 agosto a Milano, la mostra "Urban Art Renaissance #UAR". Alla Fabbrica del Vapore dodici nomi importanti dell'arte urbana internazionale che hanno scelto le forme d'espressione più varie

Il "Fat Spongebob" di Laurina Paperina, tra gli artisti di #UAR

Il "Fat Spongebob" di Laurina Paperina, tra gli artisti di #UAR

Si parte dalla street art, ma è solo un mezzo.

Il discorso che vuole portare avanti Urban Art Renaissance #UAR è molto più ampio. La mostra, dal 12 agosto al 23 settembre alla Fabbrica del Vapore di Milano, racchiude in uno spazio suggestivo dodici tra i più noti artisti di arte urbana.

E lo fa per sottolineare il potere comunicativo delle nuove forme d’arte. Un potere che potrebbe portare la street art ad essere il fulcro di un nuovo Rinascimento.

Gli artisti coinvolti sono di nazionalità diversa, come diverse sono le loro caratteristiche: 2501 (Italia), C215 (Francia), D*Face (Gran Bretagna), Etnik (Italia), Hopnn (Italia), Laurina Paperina (Italia), Millo (Italia), No Curves (Italia), Pixel Pancho (Italia), Reka (Germania – Australia), Rone (Australia), The London Police (Olanda).

#UAR è una mostra curata da Nicolas Ballario con la direzione creativa di Fabio Rotella – Studio Rotella, realizzata nell’ambito del calendario di ExpoinCittà e in collaborazione con il Comune di Milano.

Ma la mostra non sarà l’unico spazio in cui #UAR si muoverà. Dal 10 al 20 settembre, infatti, prenderà forma Energy Box, iniziativa di A2A e Fondazione Aem, ideata da Atomo Tinelli, dipendente di A2A e urban artist. Cinquanta artisti selezionati da Atomo stesso e dallo storico e critico d’arte Flavio Caroli eseguano i loro live painting su 150 centraline semaforiche, interpretate come delle tele virtuali.

Dal 13 al 23 settembre, inoltre, a grandi nomi riconosciuti a livello internazionale verrà affidato il compito di usare l’arte come vero strumento d’azione intellettuale. Varie discipline della società moderna, dall’architettura alla moda, ma anche design, musica, cinema, letteratura e molte altre verranno interpretate dagli artisti, invitati a realizzare un live painting in diversi luoghi significativi per la città. Curatori per un giorno saranno alcune importanti personalità del mondo intellettuale italiano, che scriveranno il tema attorno al quale realizzare l’opera. Ad inaugurare la serie sarà The London Police a Brera, dal 29 al 31 agosto.

Tutti progetti per creare un dialogo con la città, per rimettere l’uomo al centro di tutto. Proprio come se fosse un nuovo Rinascimento.

Per tutti gli aggiornamenti, si può seguire il progetto attraverso i suoi canali Facebook, Twitter e Instagram.

Leggi anche