Home Cultura Arte

Christo impacchetterà l’Arco di Trionfo di Parigi

L'artista non realizzava opere con questa tecnica dalla morte della moglie, nel 2009. In Italia lo ricordiamo per le passerelle sul lago d'Iseo

Il progetto di Christo

Christo ha annunciato la sua prossima opera, la prima con la tecnica dell'”impacchettamento” dopo dieci anni. Dal 6 al 19 aprile 2020 l’artista coprirà completamente l’Arco di Trionfo di Parigi.

Dopo la scomparsa della moglie Jeann-Claude non aveva più realizzato opere con questa tecnica, ma in passato avevano imballato monumenti e luoghi in tutto il mondo, dal Reichstag di Berlino a una parte delle Montagne Rocciose.

L’Arco di Trionfo sarà ricoperto da 25 mila metri quadri di polipropilene riciclabile e 7 chilometri di corda rossa. Non saranno richiesti finanziamenti pubblici ma il costo dell’opera sarà sostenuto dalla vendita di materialei preparatori realizzati dall’artista.

Una delle ultime opere di Christo è stata realizzata proprio in Italia nel 2016: si chiamava The Floating Piers, quella passerella dorata sul Lago d’Iseo che era stata invasa di persone.

L’installazione artistica coincide con una grande retrospettiva parigina sui primi anni di Christo e sua moglie, che si terrà al Centre Pompidou dal 18 marzo 2020.

Leggi anche