I migliori meme su Bernie Sanders all'inaugurazione di Biden | Rolling Stone Italia
Home Clickbait

I migliori meme su Bernie Sanders all’inaugurazione di Biden

Il senatore del Vermont durante l’insediamento del 46esimo presidente degli Stati Uniti è stato colto in una foto che sta facendo il giro dei social, sotto forma di meme di qualsiasi tipo

La sua totale mancanza di entusiasmo ha invece entusiasmato i social. Sono ormai virali i meme che si ispirano a Bernie Sanders durante la cerimonia di giuramento di Joe Biden e Kamala Harris. Appartato su una sedia e bardato con giacca a vento e guanti in posizione rannicchiata, la sagoma del senatore del Vermont può essere inserita in ogni altra scena cult, come centinaia di migliaia di utenti in tutto il mondo stanno sperimentando. Un successo tale, che un programmatore americano a creare un sito che consente alle persone di digitare il proprio indirizzo di casa e di vedere apparire Sanders direttamente sulla strada della propria abitazione.

Bernie Sanders può così trasformarsi in uno scintillante animaletto peloso.

Così come entrare nel mondo dell’arte nell’opera di Botticelli, o in una serie di scene tratte da pellicole cinematografiche famose.

Senza contare in un momento iconico dello sport, all’angolo mentre Muhammad Ali metteva ko George Foreman, oppure indossando il casco come primo uomo sulla Luna.

Mentre c’è chi lo immagina romanista sotto la curva.

Oppure lo ritiene l’ospite giusto alla Rai per “il servizio pubblico che ci meritiamo”.

Ma non manca neppure fra i ragazzi “assembrati” sotto al Duomo di Milano.

O come primo uomo ad aver messo piede su Marte.

Inserirsi in sordina nello scatto storico, alla conferenza di Jalta dopo la seconda Guerra Mondiale al fianco dei vincitori, il presidente americano Franklin Delano Roosevelt, quello inglese Winston Churchill e quello sovietico Iosif Stalin.

Fino all’accostamento a un altro momento di riflessione di un politico di casa nostra, Pier Luigi Bersani solo con la sua birra che aveva già fatto il giro dei social.

Per concludere con le copertine dei dischi, dove sembra a suo agio in qualsiasi album.