Home Clickbait

Clubhouse, la room più duratura del mondo è italiana: Cinzano Ferguson

Creata con Morgan e portata avanti no stop da un manipolo di ragazzi, ha battuto il record precedente diventando la room più longeva del social media più di tendenza in questo periodo

Ieri alle ore 15, la room tutta italiana Cinzano Ferguson è diventata ufficialmente la più longeva di Clubhouse dal lancio del social network, avendo raggiunto i 21 giorni di diretta ininterrotta. La oramai leggendaria room che in queste settimane ha raccolto una crescente popolarità, grazie ad una bella storia e un format innovativo nel panorama del nuovo social media, entra dunque di diritto nella breve storia della nuova piattaforma social che sta riscuotendo un crescente successo in tutto il mondo.

La room, ha accolto in queste 480 ore di diretta migliaia di persone tra cui molti volti noti provenienti dai settori più disparati, tra cui Morgan, fondatore e ormai presenza fissa di Cinzano Ferguson. L’artista spesso e volentieri ha regalato performance artistiche quasi tutte le sere, tra cui va citato il primo live di un artista italiano su Clubhouse. Tra i frequentatori della room ci sono anche Asia Argento, Dolcenera, Tonino Carotone, Luca Bizzarri, Pietro Castellitto, Claudio Trotta, Red Ronnie, Gianluca Neri e Bobo Craxi solo per citarne alcuni.

I moderatori che custodiscono la room sono ormai oltre 20. Selezionati tra i visitatori abituali della room, si danno il cambio permettendo alla stanza di essere attiva giorno e notte. Oltre al flusso normale, è stato creato un format “23:23” durante il quale si esibiscono Morgan o altri artisti ospiti. Il format prevede anche il “salotto”, che consiste nel far accomodare tutti i presenti in platea, mentre sul palco restano solo i fondatori di Cinzano Ferguson e gli ospiti della serata.

La room è tutt’ora aperta e il record continua, nonostante non siano ancora chiare le policy di Clubhouse a questo riguardo. L’obiettivo, raccontano gli organizzatori, è ora quello di diventare un Club ufficiale di Clubhouse, consolidare la community e continuare questo esperimento di aggregazione e condivisione aperta.

“Cinzano Ferguson, la prima room con una storia”. La leggenda narra che il 4 febbraio 2021 alle ore 15, Morgan aprì insieme al giornalista di Rolling Stone Gianmarco Aimi una room su Clubhouse. Dopo alcuni minuti, uscendo, non si accorse di averla lasciata aperta. La moderazione passò automaticamente nelle mani di Gianfranco “Bruce” Battaglia che decise di attendere ad oltranza il ritorno del “padre” Morgan. Presto fu raggiunto e sostenuto da un manipolo di discepoli, i magnifici 7: Jacopo Riccardi, Alessandro Guzzardi, Valentina Palazzo, Alex Martucci, Gianmarco Oglietti, Elisa Cipro e Francesco Di Biase.

Per un giorno e una notte restarono nella stanza, in attesa e iniziando a conoscersi tra loro. In quelle ore Clubhouse stava esplodendo in Europa, la gente entrava sulla piattaforma ed era smarrita, incuriosita e spesso impacciata. E più l’attesa andava avanti e più la stanza si popolava di persone e personaggi, crescendo sempre di più in un caos educato e gentile.

Le regole? Su Cinzano Ferguson possono parlare tutti, non c’è un argomento e se ne affrontano tantissimi. “Si sono fatte le notti, ci si è dato il buongiorno” hanno spiegato, c’è stato il primo live di Morgan, ora diventato “23:23”, un appuntamento notturno quotidiano. Tonino Carotone ha bevuto whisky, raccontato barzellette e cantato. Asia Argento è passata di notte ed è volata via. “Non sappiamo ancora cosa sia, ma ci piace un sacco – chiariscono gli organizzatori – ma se le room su Clubhouse sono stanze di albergo, Cinzano Ferguson è una casa”.