Home Classifiche Liste

I migliori video musicali con i calciatori

Non solo Liam Gallagher con Eric Cantona, ma anche Del Piero con gli Oasis, Messi con Shakira o l'improbabile coppia formata da Renato Zero e Angelo Ogbonna

Liam Gallagher e Eric Cantona nel video di Once

Nella storia della musica non sono molti i calciatori che sono entrati a gamba tesa dentro il mondo del videoclip. Saranno bravi a calciare un pallone ma spesso, quasi sempre, non sono proprio dei fenomeni davanti alla camera. Certo, ci sono dei calciatori che hanno intrapreso vaghe carriere musicali (da Kevin Prince Boateng a Gollini, da Podolski a Osvaldo), ma pochi sono entrati nel mondo del visuale. Poi venerdì è uscito Once di Liam Gallagher, dove un gigantesco Eric Cantona (che nella vita ha già intrapreso la carriera filmica, in particolare con Looking for Eric di Ken Loach) ha alzato l’asticella, come sullo schermo come faceva in campo.

Ci siamo dunque divertiti a segnalare dieci videoclip in cui i calciatori sono protagonisti.

“Once” di Liam Gallagher (con Eric Cantona)

Liam Gallagher è riconosciuto come uno degli artisti più stronzi di sempre, tifoso del Manchester City. Eric Cantona è riconosciuto come uno dei calciatori più stronzi di sempre, icona del Manchester United. Derby mancuniano a parte, questa è la miglior combo artista-calciatore di sempre, la più riuscita sotto ogni veste.

“Once” dei New Order (con Paul Gascoigne e la Nazionale inglese)

World In Motion è il più grande successo dei New Order (avreste detto Blue Monday, vero?), unico brano della band a raggiungere il primo posto della classifica inglese. Il brano è la colonna sonora dell’Inghilterra per il mondiale italiano del 1990 e nel suo video compaiono dei grandissimi del calcio inglese (e John Barnes rappa pure!) su tutti, il più grande genio alcolista del calcio d’Albione, Paul Gascoigne.

“Lord Don’t Slow Me Down” degli Oasis (con Alessandro Del Piero)

Tra Del Piero e i Gallagher (in particolare, Noel) esiste una storia d’amore. Nel 2006, nella semifinale dei Mondiali contro la Germania, Noel chiamò Alex per farsi trovare un biglietto. Quando Del Piero segnò quel secondo e indimenticabile gol, corse sotto il settore dove tra sua moglie e i suoi amici sedeva lo stesso Noel. Da lì, Noel divenne il portafortuna da portare in finale per la vittoria del Mondiale 2006. Nello stesso periodo i Gallagher lo inseriscono in Lord Don’t Slow Me Down, dove a Pinturicchio è dedicato un frammento di backstage nel quale regala una maglietta autografata al duo di Manchester. E se cercate online trovate anche una sua intervista per What’s Your Story, la serie online di incontri per il lancio della raccolta di successi della band Time Flies…1994-1999.

“South Africa” dei Revelation Time (con Ruud Gullit)

Ok, qui Ruud non solo è presente nel video, ma è anche al microfono per questo raggae contro l’Apartheid. È tutto così Anni Ottanta che valeva la pena ricordarsene, anche solo per quei dreadlocks.

“Waka Waka” di Shakira (con Dani Alves, Gerard Piqué, Lionel Messi, Rafael Marquez)

Si potrebbe fare un capitolo a parte sui video di Shakira con i calciatori. Non è solo che Shakira è legata sentimentale a Piqué (che ha partecipato al clip di Me Anamoré), fortissimo difensore centrale di Barcellona e Spagna, ma è stata anche la voce di Waka Waka, canzone dei Mondiali 2010 in Sudafrica, e La La La (che nel video ha Neymar Jr., Lion Messi, Eric Abidal, Gerard Piqué, Cesc Fabregas, Radamel Falcao, Sergio Agüero, James Rodriguez) per il mondiale in Brasile del 2014. Per Waka Waka, il suo più grande successo, sfoggia una serie di campionissimi. Unico video dove compaiono Messi e Ronaldo, per due miliardi e mezzo di views.

“South Africa” di Memphis Depay (con Justin Kluivert)

Che forte Memphis Depay. Il classico giocatore che adori anche perché non si applica. Dopo aver fallito l’ingresso nel calcio che conta con una dimenticabile parentesi al Manchester United, da qualche anno ha trovato la sua dimensione nel più leggero calcio francese. Nel mentre, ha iniziato a trappare duro tra jet e auto di lusso. In tutto questo, per Fall Back si fa accompagnare dalle mosse di danza di Justin Kluivert, talentino della Roma, figlio del celebre bomber Patrick. Bromance olandese.

“Sole d’Estate” di Lucas Castro (con Papu Gomez)

Lucas Castro e Papu Gomez hanno giocato assieme nel magico Catania filo-argentino ad inizio dello scorso decennio. Poi le strade si sono divise, con risultati abbastanza differenti. Che bello vederli assieme sfrecciare su una auto di lusso, ancora bromance vero.

“Outlet” di Desiigner (con Paul Pogba)

Sembrava che Desiigner potesse puntare al gotha del rap mondiale. Sembrava che Pogba potesse puntare al gotha del calcio mondiale. Cosa è successo a questi due prodigi? Troppa pressione? Troppe aspettative? O li avevamo sopravvalutati? Qui funzionava ancora tutto. Godiamoceli.

“Drip The Money Freestyle” di Boro Boro (con Moise Kean)

La carriera di Moise Kean ha iniziato ad andare malissimo appena uscito questo video. Da futuro pilastro della Juventus e della nazionale italiana a gregario in difficoltà nelle file dell’Everton in Inghilterra. In effetti, sentendo la canzone, qualcosa è andato storto per davvero anche lì.

“Mai più soli” di Renato Zero (con Angelo Ogbonna)

Questa combo non ha senso. Renato Zero e Angelo Ogbonna. Lo riscrivo, Renato Zero e Angelo Ogbonna. Dopo due scudetti con la Juventus e un triennio in nazionale che gli ha garantito la presenta ad Euro 2016, è volato in Inghilterra per schierarsi nelle fila del West Ham. Tutto ciò per dire: non ha senso che sia in un video di Renatone. Ogbonna è un sorcino?

Leggi anche