Home Classifiche Classifiche TV

Le serie tv da vedere ad aprile

Il finalone della serie tv più epica di sempre e la seconda stagione del rapporto ossessivo tra Eve e Villanelle ma anche le avventure della streghetta Sabrina e di The Tick. E una nuovissima serie a tempo di jazz

Le terrificanti avventura di Sabrina 2 Netflix — 5 aprile

È il momento di tornare a Greendale per la seconda parte delle avventure della streghetta Sabrina Spellman, in compagnia di zia Hilda, zia Zelda, del cugino Ambrose e dell’immancabile gatto nero Salem. Dopo aver firmato il Libro della Bestia, Sabrina lotta per trovare un equilibrio tra la sua metà mortale e il suo nuovo lato più oscuro: chi sceglierà tra il suo amico mortale Harvey Kinkle e lo stregone Nicholas Scratch? Anche se ha firmato un patto con il diavolo, è sempre pronta a scatenare l’inferno. Stando ai titoli, nelle nuove puntate potremmo avere a che fare con un lupo mannaro (Lupercalia) e una pianta killer (The Mandrake), oltre che con un episodio dedicato a padre Blackwood (Richard Coyle), la massima autorità della Chiesa della Notte. Dagli abiti con il colletto di Peter Pan alla colonna sonora vintage pop, lo spirito hipster dello show è tornato.

The Tick 2 Prime Video — 5 aprile

La prima stagione di The Tick era una lunga ed esilarante preparazione alla seconda. Un contabile sfigato e senza alcun potere (Griffin Newman) si rende conto che la sua città è in mano a un supercattivo creduto morto da tempo. Mentre lotta per scoprire la cospirazione, incontra uno strano supereroe in calzamaglia blu: The Tick (Peter Serafinowicz). In questa seconda stagione i due sono tornati a purgare le strade dal crimine, ma ovviamente hanno qualche problema tra di loro. C’è un nuovo villain in città, anche se la sua identità rimane un mistero. E Tick e il suo aiutante devono pure convincere i supervisori del governo di meritarsi ancora il lavoro. Probabilmente la parodia di supereroi più stravagante in circolazione.

Quicksand Netflix — 5 aprile

Dopo una sparatoria di massa, i familiari delle vittime hanno bisogno di incanalare la loro rabbia. Maja Norberg (Hanna Ardéhn) è il capro espiatorio perfetto per l’attacco alla sua scuola nel lussuoso quartiere di Djursholm a Stoccolma, ma è davvero colpa sua? Mentre cerca di sopravvivere al processo per omicidio che dà forma a questo gelido dramma poliziesco (ispirato all’omonimo bestseller svedese), la protagonista gradualmente riempie i vuoti di quel fatidico giorno. Com’è finita sul sedile degli imputati? E cosa ha a che fare con questa tragedia il suo ragazzo Sebastian (Felix Sandman)?

Killing Eve 2 TimVision — 8 aprile

Uno spy-thriller tutto al femminile con gli elementi di una commedia indie, un’elegante storia di ossessione. Eve Polastri (Sandra Oh) è una profiler dell’MI5, unità di intelligence sotto la corona britannica, mentre Villanelle (Jodie Comer) è una killer psicopatica. La prima stagione, scritta da Phoebe Waller-Bridge (Fleabag) e basata sulla serie di racconti di Luke Jennings, ha vinto due Golden Globe come Miglior Serie Drammatica e per la Miglior Attrice in una serie drammatica (Sandra Oh). Altro che Cristina Yang in Grey’s Anatomy, la Oh con Eve ha centrato il ruolo della vita e fa scintille unita all’esordiente Jodie Comer. Killing Eve è uno show che mina ogni regola della tv. Cosa succederà con i nuovi episodi? Eve ha accoltellato Villanelle, che si risveglia in una stanza di ospedale e poi fugge. Ma ovviamente l’assassina non potrà fare a meno di riprendere i contatti con l’agente segreto per vendicarsi…

Il Trono di Spade 8 Sky Atlantic — v.o. 14 aprile, doppiato 22 aprile

Brace yourself, questa volta l’inverno sta per arrivare sul serio. Nel trailer dell’ultima stagione, HBO non ha svelato nulla, ma ha messo giusto un po’ di basi per scatenare un hype assurdo. Nei primi secondi c’è Arya che scappa terrorizzata (da chi? O da cosa?), poi Winterfell durante la grande battaglia finale tra vivi e morti, il sorrisino di Cersei mentre si scola un altro bicchiere di vino (ma non era incinta?) e le peripezie dei suoi alleati (vedi la flotta di Euron Greyjoy). Daenarys e Jon, tra un gran volare di draghi, arrivano finalmente a Grande Inverno e sono al centro di una scena intima che sembra proprio seguire una rivelazione (sì, con tutta probabilità QUELLA rivelazione). C’è anche Jaime Lannister ormai passato dalla parte dei suoi ex-nemici mentre invece non si vede nessun indizio sulla storyline di Tyrion. Gondry forgia armi in vetro di drago per la guerra con gli Estranei mentre Ser Jorah, Verme Grigio & C. si preparano all’evento. E alla fine, naturalmente, arriva lo scontro finale con una soggettiva degli zoccoli del cavallo dei Night King che calpestano Winterfell. Più che sei episodi, sei film, che metteranno fine alla serie fantasy più amata della tv. Non so se siamo pronti.

Fosse/Verdon FoxLife — 18 aprile

Fosse/Verdon promette di spaccare per due motivi. Bob Fosse è il genio dietro Cabaret e All That Jazz e Gwen Verdon è una delle ballerine più acclamate nella storia di Broadway: i due furono compagni anche nella vita. La seconda ragione sono i protagonisti: il premio Oscar Sam Rockwell, che per diventare Fosse ha sacrificato i capelli, e Michelle Williams che indossa le scarpette della Verdon, praticamente una delle combo più attese di questa stagione televisiva. Lo show in otto episodi segue la partnership romantica e creativa tra il coreografo/regista e la danzatrice e “il prezzo che hanno pagato nella ricerca del successo”. Nel trailer c’è tutto quello che ha reso il loro lavoro iconico: la colonna sonora jazz, i passi di danza, lo stile. E considerando quante zip vengono aperte in un minuto di trailer, pare proprio che la serie non si limiterà a quello che è successo sotto i riflettori. Produce il creatore di Hamilton (il musical su uno dei padri fondatori degli USA) Lin-Manuel Miranda. Per noi una delle serie più attese dell’anno.

Leggi anche