Home Classifiche Classifiche musica

I dieci video più sexy di sempre

Dalla sudatissima Britney fino alle fantasie di Beyoncé, passando dal Flashdance di Kanye West fino al trionfo sadomaso di Rihanna

Beyoncé in una scena tratta dal video di ‘Partition’

Il sesso e la musica pop sono spesso andati a braccetto, fin dal primo movimento d’anca di Elvis. Ma è nel 1981 che MTV ha reso questo rapporto ancora più esplicito – dalle polemiche ‘pruriginose’ per Girls on Film dei Duran Duran fino a Madonna o Prince, artisti che hanno costruito le proprie carriere andando oltre le righe. Questi 10 video, che da MTV portano fino all’era di YouTube e degli smartphone, sono le clip che hanno surriscaldato ancora di più l’atmosfera, e le polemiche.

10. “Girls on Film” Duran Duran

Questo video del 1981, dedicato al cupo ritratto della vita dei modelli dipinto dai Duran Duran, diede a MTV una scossa istantanea. La clip, diretta da Kevin Godley e Lol Creme, mostra una parata di modelle con diversi outfit (cowgirl, infermiere, fino alla biancheria intima di plastica, inutile al di fuori di un video musicale), dimostrando una certa passione per il bondage. La produzione di Girls on Film si concluse poche settimane prima del lancio ufficiale di MTV, nell’estate del 1981, scatenando una miriade di polemiche.

9. “Partition” Beyoncé

Quando Beyoncé pubblicò il suo visual album omonimo del 2013, il video realizzato per Partition si distinse nettamente dagli altri. In parte ambientato al Crazy Horse di Parigi, dove Queen B si fidanzò con Jay-Z, il video da libero sfogo alle fantasie della ‘casalinga’ Beyoncé. Il risultato? giudicatelo voi stessi.

8. “Fade” Kanye West

Quale modo migliore per lanciare Fade, hit tratta dall’album Life of Pablo di Kanye West, che buttare Teyana Taylor dentro una scenografia ispirata a Flashdance?. Per non parlare delle scene finali, quando Taylor viene raggiunta sotto la doccia dal marito, la guardia dei Cleveland Cavaliers Iman Shumpert, con i due che danno libero sfogo all’istinto animale, rappresentato dal regista Eli Linnetz come meglio non si poteva fare.

7. “S&M” Rihanna

Se già Rihanna aveva trasformato il singolo in un omaggio al bondage, la regista Melina Metsoukas decise di spingere il video di S&M ancora più in là. Anche se talvolta pecca un po’ di ingenuità, la clip è un trionfo di frustini, corde, latex e tutto il necessario per trasformare Rihanna in una dominatrice perfetta.

6. “Untitled (How Does It Feel)” D’Angelo

Qualunque video realizzato per il funky bollente di Untitled (How Does It Feel) sarebbe stato sexy, dato che lo stesso singolo estratto dal capolavoro Voodoo è costruito sulle sonorità tra le più sensuali mai composte da D’Angelo. Nella clip il cantante indossa soltanto un crocifisso, perfetta rappresentazione del brano, lasciando ben poco all’immaginazione, libera di sbizzarrirsi sul testo in cui D’Angelo racconta dell’intimità fra un uomo e la donna che ama.

5. “Any Time, Any Place” Janet Jackson

Le fantasie di Janet Jackson vennero trasportate sullo schermo per il video di Any Time, Any Place uscito nel 1994, anche se l’esibizionismo raccontato nel testo venne trasferito dentro un appartamento, scenografia perfetta per il gioco erotico tra la star r&b e il vicino di casa, tra fragole e petting estremo.

4. “I’m A Slave 4 U” Britney Spears

Il video di I’m A Slave 4 U – il primo singolo sfornato da Britney Spears quell’anno, prodotto dai Neptunes – dimostrò quanto la reginetta del pop era disposta a spingersi oltre, almeno in termini di sudorazione. Una discoteca trasformata in una sauna, in cui Britney e le sue ballerine venivano stregate dal beat della canzone, e la clip che diventò immediatamente la più rovente nell’intera carriera della cantante.

3. “Justify My Love” Madonna

Un omaggio di quattro minuti al cinema francese, entrato a gamba tesa nelle classifiche pop, il video in bianco e nero di Madonna ricordava un quadro bondage. «Non avevo nessuna sceneggiatura, tranne l’idea che Madonna entrasse in questo hotel stanca morta, e ne uscisse rigenerata» aveva detto il regista Jean-Baptiste Mondino durante un’intervista con Rolling Stone. Ma l’energia scatenata da Madonna sul set spinse il video talmente oltre che, nel 1990, MTV si rifiutò di trasmetterlo – per poi ripensarci dopo il successo planetario della clip. «Per quale ragione la gente è disposta ad andare al cinema a vedere due persone che si fanno esplodere il cervello mentre due ragazze che si baciano sullo schermo fanno così scandalo?», aveva commentato Madonna. «Credo che il video sia molto romantico, pieno di amore e di umorismo».

2. “Kiss” Prince

Probabilmente la sensualità di Prince meriterebbe il primo posto tra i video più sexy mai realizzati. Come Madonna, il suo continuo oltrepassare il limite ha spinto gli standard di MTV sempre più in là. Tuttavia, la tensione sessuale e il funk esibiti nel 1986 con Kiss rimangono un esempio inarrivabile, tra i pettorali al vento di Prince e le strusciatine con la ballerina Monique Manning, ambiguità che rese il video ancora più bollente.

1. “Wicked Game” Chris Isaak

Gli ingredienti che hanno reso il video di Chris Isaak del 1990 così conturbante sono molto semplici: un uomo, una donna, una spiaggia. Tuttavia, sotto la guida del regista Herb Ritts, questa equazione diede vita al video più sensuale di sempre, una clip in bianco e nero con Isaak e la supermodella Helena Christensen – in topless ma ripresa da angolazioni per nascondere la nudità – mentre la voce del cantante scivola su una linea di chitarra seducente, ispirata al pop degli anni ’60. Un’idea semplice ma che, a distanza di anni, rende ancora bollente la passione rappresentata da Isaak e Christensen.

Leggi anche