Home Classifiche Classifiche cinema

I migliori horror low-budget di sempre

L’ultimo in ordine di tempo è 'Countdown', ma i precedenti affondano le radici nella storia del genere. Romero vi dice niente?

The Blair Witch Project

Cambiano gli incubi, ma la moda degli horror “poca spesa, molta resa” non passa mai. L’ultimo in ordine di tempo è Countdown, in uscita questa settimana. Ma i precedenti scary movie a basso budget affondano le radici nella storia del genere. Romero vi dice niente?

15[Rec] (2007) di Jaume Balagueró e Paco Plaza

Budget: 2 milioni $
Incasso: 32 milioni $
Il terrore corre sul tubo catodico. Dodici anni fa, la Tv non sembrava ancora un oggetto così obsoleto. Anzi, per l’horror era un luogo perfetto da espugnare. A suo modo, un piccolo classico.

14Countdown (2019) di Justin Dec

Budget: 6,5 milioni $
Incasso: 31 milioni $
Passano gli anni, e i low budget crescono. Il box office totale al momento non è così sostanzioso, ma è ancora in giro: potrebbe crescere. Novità: arrivano le app a mettere paura. L’orrore è social.

13The Purge (2013) di James DeMonaco

Budget: 3 milioni $
Incasso: 89 milioni $
L’horror incontra la fantascienza, anzi in troppi oggi dicono: distopia. Esperimento interessante, ma poi hanno tirato troppo la corda (in senso metaforico, con gli horror non si sa mai): è atteso per l’anno prossimo il quinto capitolo. Basta.

12The Amityville Horror (1979) di Stuart Rosenberg

Budget: 4,7 milioni $
Incasso: 86,4 milioni $
Trent’anni? Di già? Ebbene sì. Ci siamo dimenticati del regista Stuart Rosenberg, ma non del protagonista Josh Brolin, capofamiglia in pericolo. Trivia: è stato il film indie più fruttuoso per undici anni, poi nel 1990 sono arrivate le Tartarughe Ninja (tutto vero).

11Saw – L’enigmista (2004) di James Wan

Budget: 1,2 milioni $
Incasso: 103 milioni $
Otto film (più spin-off vari) sono troppi? Sì. Ma il primo resta un must. E, in quindici anni, non è manco invecchiato così tanto. Ha pure lanciato (a sorpresa) uno dei big di Hollywood di oggi: il regista James Wan, passato anche da The Conjuring e Fast and Furious.

10The Blair Witch Project (1999) di Daniel Myrick e Eduardo Sánchez

Budget: 60.000 $
Incasso: 248 milioni $
Il titolo è entrato nel lessico collettivo globale, e anche questo sarebbe sufficiente a definire il caso. La seconda prova? In vent’anni, l’hanno copiato quasi tutti. La terza? Gli incassi: 4mila volte più alti del costo.

9The Babadook (2014) di Jennifer Kent

Budget: 1,2 milioni $
Incasso: 10,2 milioni $
Finalmente una regista horror donna! Jennifer Kent parla di maternità, ma la rende un incubo nero. Dall’Australia al mondo: uno dei casi dell’orrore più eclatanti degli ultimi anni.

8Venerdì 13 (1980) di Sean S. Cunningham

Budget: 550.000 $
Incasso: 59,8 milioni $
Un regista sconosciuto (e che resterà tale: Sean S. Cunningham), nuovi volti da lanciare (tra cui Kevin Bacon) e un campeggio in pericolo. A suo modo lancia un genere: il teen-horror in cui tutti urlano: “Dividiamoci!” (e finiscono malissimo).

7Nightmare – Dal profondo della notte (1984) di Wes Craven

Budget: 1,8 milioni $
Incasso: 25 milioni $
Freddy Krueger, il più grande incubo della generazione millennial, è la maschera che impone Wes Craven all’attenzione internazionale. Il regista continuerà a sperimentare con l’horror: ma a budget decisamente più alti.

6Paranormal Activity (2007) di Oren Peli

Budget: 15.000 $
Incasso: 193 milioni $
Tutto in una stanza. O quasi. L’unità di tempo e luogo applicata al Babau: quasi un saggio seminale. Molte imperfezioni, ma un caso unico. E il pubblico ha gradito assai.

5La Casa (1981) di Sam Raimi

Budget: 400.000 $
Incasso: 3 milioni $
Non un incasso stratosferico, ma comunque Sam Raimi si è ampiamente ripagato i costi di produzione. E vuoi non mettere il suo instant classic tra gli horror a basso budget più belli di sempre?

4Halloween (1978) di John Carpenter

Budget: 325.000 $
Incasso: 70 milioni $
I numerosi sequel (compreso l’ultimo, uscito l’anno scorso) non hanno fatto invecchiare il prototipo di John Carpenter. Sarà per lo stile ‘fai-da-te’ ancora oggi imitatissimo, a partire dall’ingresso in scena del terribile Michael Myers.

3Zombie contro zombie (2018) di Ueda Shin’ichiro

Budget: 27.000 $
Incasso: 25 milioni $
L’horror incontra la commedia, in questo indiavolato piano sequenza magistralmente orchestrato da Ueda Shin’ichiro. Solo da un luogo sarebbe potuto arrivare: il pazzo pazzo pazzo Giappone.

2Scappa – Get Out (2017) di Jordan Peele

Budget: 4,5 milioni $
Incasso: 255 milioni $
Ha ridefinito un genere, ha lanciato un autore (Jordan Peele, che ha convinto pure con l’opera seconda: Noi), ha riconciliato molti spettatori con il cinema. Può bastare?

1La notte dei morti viventi (1968) di George A. Romero

Budget: 114.000 $
Incasso: 30 milioni $
Il benchmark di tutti gli zombie movie, diretto da George A. Romero, è ancora oggi un riferimento per tutti i registi che si confrontano col genere. Da rivedere all’infinito.

Leggi anche