Home Classifiche Classifiche cinema

I film da vedere a luglio

L'opera prima di Louis Garrel, 'Due Amici', il nuovo capitolo di 'Spiderman' con Tom Holland (e Jake Gyllenhaal), Cumberbatch che interpreta Edison, un altro 'Men in Black' e un film così brutto da diventare imperdibile

Vincent Macaigne e Louis Garrel in 'Due Amici'

Due Amici di e con Louis Garrel, Golshifteh Farahani, Vincent Macaigne – 4 luglio

Sì, Garrel aveva già diretto un altro film prima de L’uomo fedele, il ménage à trois con la moglie Laetitia Casta e la figlia di Johnny Depp, Lily-Rose. Il suo debutto alla regia si chiama Les deux amis e risale al 2015. Da noi arriva adesso, alla buonora. E ovviamente anche Due Amici è un threesome cinematografico, la configurazione sentimentale francese per eccellenza, tra l’attrice iraniana Golshifteh Farahani, che – indovinate – al tempo delle riprese era la compagna di Louis, e Vincent Macaigne. Per Garrel tre è il numero perfetto dai tempi di The Dreamers.

Il Segreto di una Famiglia di Pablo Trapero, con Bérénice Bejo e Martina Gusman – 4 luglio

Bérénice Bejo è l’attrice franco-argentina nominata all’Oscar per il suo ruolo di Peppy Miller in The Artist. Pablo Trapero è una delle più grandi forze creative del cinema latinoamericano, Leone d’argento alla regia per Il Clan. Al centro del suo nuovo film c’è ancora una volta la famiglia, che però in questo caso è tutta al femminile. Nella tenuta La Quietud (pun intended) vicino a Buenos Aires, si consuma un drammone familiare tra rancori e gelosie, il tutto amplificato dall’inquietante somiglianza tra le due sorelle protagoniste.

Spider-Man: Far from Home con Tom Holland, Jake Gyllenhaal, Samuel L. Jackson, Zendaya – 10 luglio

Il vostro amichevole Spider-Man di quartiere vola in Europa nella seconda puntata dell’ennesimo reboot del franchise. Peter Parker (Tom Holland) è un ragazzino normale in gita con la classe tra Londra e Parigi. Vuole solo scattare qualche foto e andare in canoa con Mary Jane (Zendaya), ma il malvagio Mysterio (Jake Gyllenhaal), ha altri piani per lui. Rese dei conti colossali in computer graphic e, ovviamente, Spidey sulla Torre Eiffel.

Domino di Brian De Palma, con Nikolaj Coster-Waldau, Carice van Houten, Guy Pearce – 11 luglio

Jaime Lannister e Melisandre inseguono dei terroristi dell’ISIS attraverso l’Europa. No, non è un spin-off di Game of Thrones, ma il nuovo thriller di Brain De Palma, in cui Nikolaj Coster-Waldau e Carice van Houten interpretano una coppia di poliziotti danesi in cerca di giustizia. E se il cattivo fosse un infiltrato della CIA? E se fosse interpretato dal re dei villain Guy Pierce? Secondo la critica USA sarebbe un De Palma minore. Ma è sempre un De Palma.

Welcome Home con Aaron Paul, Emily Ratajkowski, Riccardo Scamarcio – 11 luglio

Aaron Paul ed Emily Ratajkowski sono una coppia bella bellissima di americani in crisi, che affittano una villa in Italia per le vacanze, sperando di riappacificarsi dopo le infedeltà di lei. Riccardo Scamarcio è il terzo incomodo, quello che si insinua nelle fragile dinamiche tra i due. Welcome Home fa parte di una lunga tradizione di thriller su figure diaboliche che amplificano la tensione nel rapporto di coppia, sperando di rubarne una metà, o semplicemente tormentare (e forse uccidere) entrambi.

Edison: L’uomo che illuminò il mondo con Benedict Cumberbatch, Michael Shannon, Nicholas Hoult, Tom Holland – 18 luglio

Quando si tratta di interpretare un genio tormentato in qualunque ambito, il prescelto è sempre Benedict Cumberbatch. Rifletteteci un attimo: Sherlock, Alan Turing, Doctor Strange. E adesso Thomas Alva Edison, aka l’uomo che illuminò il mondo come recita il (pessimo) titolo italiano del film. Quello inglese, come sempre molto più centrato, è The Current War, la guerra delle correnti. Se Cumberbatch interpreta il fautore di quella continua, Nicholas Hoult è Nikola Tesla e Michael Shannon il suo socio in affari George Westinghouse, sostenitori della corrente alternata.

Skate Kitchen di Crystal Moselle con Jaden Smith, Rachelle Vinberg – 18 luglio

Il ragazzino de La Ricerca della Felicità è cresciuto: Jaden, il figlio di Will Smith, interpreta un misterioso e complicato skater in questo film che prende spunto da un collettivo di ragazze, le Skate Kitchen, nato qualche anno fa in un liceo di New York per contrastare il predominio maschile negli skate park. Dopo il successo al Sundance, HBO sta preparando una serie sul fenomeno. Il nome è nato casualmente: i commenti che arrivavano alle loro orecchie delle ragazze quando salivano sulle tavole era: “Cosa ci fa una ragazza sullo skate? Il suo posto dovrebbe essere in cucina!”.

Serenity con Matthew McConaughey e Anne Hathaway – 18 luglio

Chiariamo subito il motivo per cui questo film è in classifica: pare che sia così brutto da diventare in qualche modo imperdibile. Come si può fallire affiancando due premi Oscar come Matthew McConaughey e Anne Hathaway? Soprattutto se lui interpreta un pescatore e lei la femme fatale che lo convince a dare in pasto il marito sadico agli squali 10 milioni di dollari. Poi la sceneggiatura è di Steven Knight, quello che ha scritto Piccoli affari sporchi e La promessa dell’assassino e diretto il formidabile Locke con Tom Hardy. Eppure Serenity segna un nuovo livello di fallimento, uno di quelli così in grande stile che non puoi fare a meno di vederlo.

Men in Black: International con Chris Hemsworth e Tessa Thompson – 25 luglio

In Thor: Ragnarok facevano faville nei panni del dio del tuono e di Valkyria. E se hai intenzione di rinnovare il franchise degli uomini in nero senza Will Smith e Tommy Lee Jones (cosa che nessuno si sarebbe mai sognato di chiedere dopo due sequel), Chris Hemsworth e Tessa Thompson sono la scelta giusta. La scintilla comica è ancora viva ed entrambi sono fighissimi nel look da Le Iene con in mano pistole super tecnologiche per distruggere la feccia aliena. Basterà?

Leggi anche