Home Classifiche Classifiche cinema

I film da vedere a giugno

'Dark Phoenix' con Sansa di 'Game of Thrones' e 'Domino' con Jaime Lannister. Poi la zombie comedy di Jim Jarmusch, 'Beautiful Boy', starring Steve Carell e Timothée Chalamet e il ritorno di Woody e Buzz in 'Toy Story 4'

Sophie Turner in 'Dark Phoenix'

Dark Phoenix con James McAvoy, Michael Fassbender, Sophie Turner, Jessica Chastain – 6 giugno

Culmine di 20 anni di lungometraggi sugli X-Men, il film è l’origin story di come Jean Gray si è trasformata in Dark Phoenix. 10 anni dopo gli eventi di Apocalypse, l’America venera gli i mutanti. Durante una missione nello spazio, Jean viene colpita da una forza cosmica che la trasforma in un essere potentissimo e fuori controllo, che fa a pezzi la famiglia di mutanti che conosciamo e amiamo. Perché qui gli X-Men devono affrontare il loro nemico più devastante: uno di loro. La Sansa di Game of Thrones Sophie Turner torna nei panni di Jean Gray. E pure Michael Fassbender in quelli di Magneto.

American Animals con Evan Peters, Barry Keoghan, Blake Jenner – 6 giugno

Basato su eventi realmente accaduti, American Animals è un heist drama che racconta la storia di una delle più audaci e sorprendenti rapine della storia americana. Quattro studenti decidono di rubare un rarissimo libro antico dalla biblioteca della Kentucky University per venderlo sul mercato nero. Un gruppo di Iene amatoriali, un mix esplosivo di realtà e finzione, ritmo serratissimo e belle sequenze musicali. Tra i protagonisti ci sono Evan Peters di American Horror Story e Barry Keoghan di Dunkirk.

Juliet Naked – Tutta un’altra musica con Rose Byrne, Chris O’Dowd, Ethan Hawke – 6 giugno

Il romanzo di Nick Hornby, Ethan Hawke e la scena musicale musicale indipendente dei primi anni Novanta. Annie (Rose Byrne) trascina da tempo una relazione abitudinaria con Duncan (Chris O’Dowd), docente universitario ossessionato da Tucker Crowe (Ethan Hawke), rocker di culto scomparso misteriosamente dalle scene. L’uscita del demo acustico di Juliet, Naked, ultimo album inciso da Crowe, porterà a un incontro destinato a cambiare le vite di tutti. Il regista è Jesse Peretz, fondatore dei Lemonheads. E Ethan Hawke canta.

I morti non muoiono di Jim Jarmusch, con Bill Murray, Adam Driver, Tilda Swinton, Chloë Sevigny – 13 giugno

L’icona del cinema indipendente Jim Jarmusch si misura con una horror comedy e mette insieme il più grande cast di zombie mai visto: Bill Murray, Adam Driver e Chloë Sevigny sono i poliziotti di una cittadina americana che viene invasa da non morti, tipo Iggy Pop. Fortunatamente riceveranno aiuto da un assortimento di eccentrici cittadini. Il cast è esagerato: Tilda Swinton, Selena Gomez, Steve Buscemi, Danny Glover, Tom Waits e RZA. Preparatevi al peggio (o al meglio?).

Beautiful Boy con Steve Carell, Timothée Chalamet – 13 giugno

Steve Carell e Timothée Chalamet sono stati clamorosamente ignorati dall’Academy per questo addiction drama che finalmente arriva anche in Italia. Carell dimostra ancora una volta di avere un talento strepitoso non solo per la commedia ma anche per il dramma nel ruolo di un giornalista che cerca di salvare il figlio dalla dipendenza da meth. E Chalamet, dopo Chiamami col tuo nome, mette a segno un’altra performance clamorosa nei panni del giovane tossico. Tratto dai memoir di David e Nic Sheff, Beautiful Boy è meravigliosamente devastante.

Climax di Gaspar Noé – 13 giugno

Una scuola di danza abbandonata, un notte di feste e di follia e lo sguardo del regista franco-argentino, re della provocazione. “È Saranno Famosi diretto dal Marchese de Sade”, ha commentato qualcuno. Sesso, droga, violenza, automutilazione, luci al neon e audacia formale non sono una novità per chi segue Noé, ma il valore aggiunto in Climax è che qui il regista mette in scena alcune delle sequenze musicali più coinvolgenti degli ultimi anni, con una esplosiva track list anni ’90. Un dance party all’inferno.

Domino di Brian De Palma, con Nikolaj Coster-Waldau, Carice van Houten, Guy Pearce – 20 giugno

Jaime Lannister e Melisandre inseguono dei terroristi dell’ISIS attraverso l’Europa. No, non è un spin-off di Game of Thrones, ma il nuovo thriller di Brain De Palma, in cui Nikolaj Coster-Waldau e Carice van Houten interpretano una coppia di poliziotti danesi in cerca di giustizia. E se il cattivo fosse un infiltrato della CIA? E se fosse interpretato dal re dei villain Guy Pierce? Secondo la critica USA sarebbe un De Palma minore. Ma è sempre un De Palma.

Toy Story 4 con Tom Hanks, Tim Allen, Annie Potts, Joan Cusack – 26 giugno

Cosa significa essere un giocattolo? Forky, una forchetta trasformata in gioco per un progetto scolastico, combatte con questa domanda. E ovviamente si perde. Woody parte per cercarlo e si perde pure lui. E ovviamente tocca a Buzz ritrovarli. Sapete già come finisce. Torna la saga animata più bella e commovente degli ultimi 25 anni, con il ritorno di uno dei personaggi più amati: la pastorella Bo Peep in una nuova veste femminista. E ci sono alcune aggiunte esplosive come Duke Caboom, audace motociclista baffuto con l’autostima a terra per aver deluso il suo precedente proprietario, non sapendo fare le acrobazie promesse dalla pubblicità. La voce è di Keanu Reeves.

Nureyev The White Crow di Ralph Fiennes – 27 giugno

Tratto dalla biografia Rudolf Nureyev: The Life di Julie Kavanagh, il film racconta la vita del leggendario ballerino Rudolf Nureyev, dall’infanzia nella gelida città sovietica di Ufa, fino agli anni trascorsi a Leningrado nella scuola di danza. Orgoglioso e ribelle, ‘Rudy’, a soli 22 anni, entra a far a parte della rinomata Kirov Ballet Company, con la quale va a Parigi nel 1961, per la sua prima tournée al di fuori dell’Unione Sovietica. Gli ufficiali del KGB, però, lo marcano stretto. Diretto da Ralph Fiennes, che si ritaglia il ruolo del celebre insegnante di danza Alexander Pushkin.

Leggi anche