Home Cinema

‘Old Man & the Gun’, in anteprima una clip con Tom Waits e Robert Redford

Due leggende in un film: Redford è Forrest Tucker, rapinatore che fuggì dal carcere di San Quintino all'età di 70 anni, e Waits uno dei soci criminali, Waller. Il suo monologo nel video.

Che sia davvero l’ultimo film di Robert Redford da attore o meno, sicuramente Old Man & the Gun segnerà un capitolo importante nella carriera della leggenda di Hollywood e non solo.

Il lungometraggio si basa sulla storia vera di Forrest Tucker (interpretato ovviamente proprio da da Redford), dalla coraggiosa fuga dal carcere di San Quintino all’età di 70 anni fino a una serie di colpi senza precedenti che incantarono il pubblico e lasciarono le forze dell’ordine a brancolare nel buio. A dare la caccia a Tucker sono il detective John Hunt (Casey Affleck), sempre più affascinato dalla dedizione di Forrest all’arte del furto, e una donna (Sissy Spacek) che lo ama nonostante la professione che si è scelto.

Accanto a Redford, nei panni dei complici di Tucker noti come la “Band dei Vecchietti d’Assalto”, ci sono Danny Glover (quattro volte candidato agli Emmy), alias Teddy Green, e un’altra leggenda, Tom Waits nei panni di Waller: “Sapevo che mi servivano attori che potessero dare qualcosa in più ai personaggi. Ho sempre ammirato Danny, da quando ho visto Lonesome Dove da bambino. È stato un onore averlo nel cast. E Tom Waits è Tom Waits. Un eroe” commenta il regista David Lowery. Nella clip in alto trovate uno strepitoso monologo proprio del grande Tom.

Waits è una leggenda musicale per i suoi testi capaci di narrare storie e la sua voce roca, ma ha anche ottenuto numerosi riconoscimenti come attore, vedi America oggi di Robert Altman e 7 psicopatici di Martin McDonagh ed è nel cast de La ballata di Buster Scruggs, il nuovo film dei fratelli Coen. Waits ha apprezzato da subito la sceneggiatura di The Old Man & the Gun e i suoi co-protagonisti. “Mi è sembrato un western moderno” spiega “Come scrittore, David ha occhio, orecchio e una voce perfetta. E poi c’erano Redford, la Spacek e Glover. È come quando ti invitano a una festa e ti dicono chi verrà, e tu non riesci a fare a meno di continuare a chiedere chi altro c’è. Sei conquistato dall’elenco degli invitati”.

Secondo Waits, il suo Waller era un criminale più classico rispetto a Forrest e non aveva tutte le rotelle a posto: “Penso che fosse un po’ svitato” riflette “È stato in carcere per 10 anni, ha commesso un sacco di errori e si metteva anche i calzini spaiati. Forrest era molto più organizzato e controllato, per questo era il capo della gang”.

Old Man & the Gun arriva al cinema il 20 dicembre.

Leggi anche