Home Cinema News Cinema

La storia della musica, “Vinyl” e le differenze tra fiction e realtà

Le differenze fra i fatti realmente accaduti e le scene di una fiction possono essere sottili o abissali. "Vinyl" di Scorsese come si è comportato?

Bobby Cannavale nei panni di Richie Finestra in una puntata della serie

Bobby Cannavale nei panni di Richie Finestra in una puntata della serie

Quanto si discosta la famosa serie TV Vinyl dalla realtà? Noi lo sappiamo e abbiamo analizzato alcuni degli episodi che appaiono nella fiction distribuita in Italia su Sky Atlantic paragonandoli alla storia che solo chi c’era può ricordare. Eccone alcuni:

Led Zeppelin al Madison Square Garden, 1973

TV: Nell’episodio pilota, ambientato nel 1973, Richie Finestra (Bobby Cannavale) va a parlare con Robert Plant al Garden per convincerlo a firmare con la sua casa discografica. In seguito, la band sale sul palco e fa esplodere la sua Somethin’ Else.

Realtà: Gli Zeppelin suonarono al Garden il 26, 27 e 28 luglio 1973, tre date documentate nel film The Song Remains the Same. Tutte le serate sono finite sold-out.

I New York Dolls e il Mercer Arts Center

TV: Richie Finestra è presente quando i New York Dolls suonano un rock così potente da fare letteralmente crollare l’edificio.

Realtà: L’edificio che ospitava il Mercer crollò il 3 agosto 1973. Ma i Dolls, che salivano spesso su quel palco, quel giorno non erano presenti.

Maury Gold
TV: Il primo capo di Finestra, che appare in un flashback, è un discografico legato ad alcuni brutti ceffi dal cognome italiano.

Realtà: Il personaggio si basa su Morris Levy, il famigerato boss della Roulette Records. Levy aveva legami con la famiglia criminale dei Genovese, e si racconta avesse terrorizzato e raggirato il cantautore Tommy James.

Kool Herc e la nascita dell’hip hop
TV: Una sera, la limousine di Finestra passa davanti a un palazzo – al numero 1520 – da cui un dj fa uscire una musica funky piena di break.

Realtà: L’11 agosto 1973, Clive “Kool Herc” Campbell suonò dischi funk al 1520 di Sedgwick Avenue, nel Bronx, per una festa cheè considerata il primo jam hip hop della storia.

I Velvet Underground al The Dom, 1966

TV: In un flashback, Richie incontra la sua futura moglie in un club dell’East Village che assomiglia al Dom, mentre i Velvet Underground suonano Venus in Furs.

Realtà: I Velvet sono stati la band resident del Dom nel 1966, e lì si sono esibiti per la prima volta con Nico alla voce.

Questo articolo è stato pubblicato in versione integrale su Rolling Stone di marzo.
Potete leggere l’edizione digitale della rivista,
basta cliccare sulle icone che trovi qui sotto.
rolling-appstorerolling-googleplay