Home Cinema News Cinema

Sylvester Stallone sarà un boss mafioso per la sua prima serie TV

Sly sarà il protagonista di "Omertà", tratta dall'omonimo romanzo di Mario Puzo

Stallone è stato nominato agli Oscar per la sua interpretazione di "Creed". Foto: Phil McCarten / ©A.M.P.A.S.

Stallone è stato nominato agli Oscar per la sua interpretazione di "Creed". Foto: Phil McCarten / ©A.M.P.A.S.

Sylvester Stallone arriva in televisione. Debutterà come protagonista di una serie a sfondo mafioso che si chiamerà Omertà e sarà tratta dal romanzo omonimo di Mario Puzo.

Il libro è l’ultimo della “trilogia della mafia” dello scrittore statunitense. La trilogia si apre con Il Padrino, che ha ispirato la saga cinematografica di Francis Ford Coppola. È stato pubblicato nel 2000, un anno dopo la scomparsa di Puzo.

The Hollywood Reporter rivela che la serie non è ancora stata comprata da nessuna rete. L’episodio pilota si girerà quest’estate da Antoine Fuqua, già conosciuto per Training Day e alla regia del remake de I Magnifici 7.

Qui di seguito la sinossi ufficiale del romanzo:

“Il vecchio boss Raymond Aprile è stanco e ha deciso di ritirarsi. Per proteggere i suoi tre figli, impegnati in professioni oneste e rispettabili, e mantenere al contempo il controllo delle sue attività finanziarie, Don Raymond chiama dalla Sicilia il nipote adottivo Salvatore Viola, addestrato in Inghilterra alla scienza bancaria. Ma il ritiro dalle scene dell’acerrimo nemico è l’occasione che il capoclan Tommaso Portella aspettava per scatenare una guerra senza quartiere, al centro della quale si ritrovano proprio Salvatore Viola e gli Aprile, costretti a scontrarsi con una nuova Cosa Nostra per la quale l’onore e la libertà sembrano valori dimenticati e il tradimento è all’ordine del giorno”.

Leggi anche