Home Cinema News Cinema

“Suicide Squad” e la psichedelia: abbiamo incontrato Cara Delevingne

«È una storia pazzesca». La modella/attrice racconta il suo personaggio

Cara Jocelyn Delevingne è nata a Londra nel 1992 e ha esordito al cinema nel 2012 con "Anna Karenina"

Cara Jocelyn Delevingne è nata a Londra nel 1992 e ha esordito al cinema nel 2012 con "Anna Karenina"

Oggi è la giornata europea di Suicide Squad. Il film dell’estate, la mega produzione piena zeppa di supereroi, arriverà in Italia il 13 agosto.

Nel numero di Rolling Stone in edicola, Roberto Croci a.k.a. La Bestia ha incontrato tutto il cast. Ma una telefonata particolare l’ha strappata a Cara Delevingne, la bellissima modella che interpreta Enchantress. Con cui hanno parlato del suo personaggio.

«June è sempre a caccia di avventure ed emozioni», ha detto la modella/attrice. «È un essere ferino, troppo a lungo intrappolata, e adesso che ha l’occasione di rivelarsi diventa potentissima. Enchantress è malvagia e si impossessa dell’anima dolce di June. Entrambe sono due facce della stessa medaglia, che si evolvono in un personaggio schizofrenico, psicotico. Nel fumetto, June è una fotografa che viene invitata a una festa in costume in un vecchio castello, dove entra in una camera segreta e viene trasformata in Enchantress da un’entità metafisica».

Sorride, poi, quando parla della storia del film di David Ayer. «Credetemi quando vi dico che è una storia pazzesca, anche perché scritta negli anni ’60, e quindi influenzata dalla cultura psichedelica di quegli anni».

Siamo stati sul red carpet della premiere londinese di Suicide Squad, grazie a Carrera e LuisaViaRoma. Ecco cosa ci ha detto il Joker Jared Leto:

L’articolo è stato pubblicato in versione integrale su Rolling Stone di luglio/agosto.
Potete leggere l’edizione digitale della rivista,
basta cliccare sulle icone che trovi qui sotto.
rolling-appstorerolling-googleplay

Altre notizie su:  cara delevingne