Home Cinema News Cinema

Lo strano incontro di Samuel L. Jackson e Marlon Brando

«Mi ha lasciato il suo numero, l'ho chiamato ed era un ristorante cinese», ha raccontato l'attore di "The Hateful Eight"

Qualche giorno prima dell’11 settembre 2001, Samuel L. Jackson era nel backstage dello show di Michael Jackson a New York. «Un tizio arriva e inizia a fare il discorso di Ezechiele (quello di Pulp Fiction, ndt). La gente me lo fa sempre. Mi giro, ed era Marlon Brando!».

Samuel L. Jackson, tra i protagonisti del prossimo film di Quentin Tarantino, The Hateful Eight, ricorda così l’incontro con il due volte premio Oscar, in un’intervista a The Hollywood Reporter, che potete vedere qui sopra.

Dopo la conversazione, prosegue Jackson, i due si scambiarono il numero di telefono e quando Jackson provo a chiamare a casa Brando ebbe una sorpresa. «Ha risposto un ristorante cinese! Quando ho chiesto di Brando l’hanno chiamato e abbiamo parlato per un’ora. È il suo modo di filtrare le telefonate. La volta successiva era una lavanderia cinese».

Samuel L. Jackson sarà al cinema con The Hateful Eight il 4 febbraio in Italia, il 29 gennaio a Melzo (MI), nell’esclusivo formato 70 mm.

Leggi anche