Home Cinema News Cinema

Skin si trasforma in oracolo per Ulisse

La frontwoman degli Skunk Anansie torna sullo schermo per la rivisitazione moderna del classico di Omero, con lei anche Danny Glover e l'attore culto di Lars von Trier.

Dopo l’esperienza a X Factor Skin torna sullo schermo, ma questa volta al cinema per Ulysses: A dark Odyssey, rivisitazione moderna del classico di Omero, in cui la frontwoman degli Skunk Anansie interpreta il ruolo di il ruolo di un ​ammaliante​ oracolo.

Il film è interpretato dall’attore torinese Andrea Zirio​, mentre nel cast spiccano lo statunitense Danny Glover, ​ indimenticabile partner di Mel Gibson nella saga Arma letale, e il tedesco Udo Kier, attore di culto che ha lavorato con registi cult come R.W. Fassbinder, Gus van Sant, Werner Herzog, Dario Argento e Lars von Trier.

Nella distopica Taurus City, corrotta dal dominio del potente Michael Ocean (Danny Glover), un militare soprannominato Ulysses (Andrea Zirio) rientra dal fronte, segnato nel corpo e nell’anima dalla guerra. Dopo sette anni è riuscito a tornare a casa, dove scopre che sua moglie Penelope (Anamaria Marinca) è scomparsa. Grazie all’aiuto di Niko (Drew Kenney), fedele compagno d’armi, intraprende la sua personale Odissea alla ricerca della donna. I due incontreranno figure inquietanti e surreali: il kebabbaro Pòpov (Stewart Arnold), il “dio dei venti” Aeo (Giovanni Mancaruso), l’enigmatica e bellissima transessuale Hermes (Mario Acampa), l’affascinante maitresse Cici (Sigal Diamant), The Seer (Skin), l’oracolo che aiuterà Ulysses a ricordare il suo passato, la seducente Kaly (Charlotte Kirk) e il tormentato Alcyde (Udo Kier) che aiuterà il protagonista a raggiungere la sua meta. Ognuno di questi personaggi restituirà a Ulysses, nel bene e nel male, un pezzo della sua storia.

Leggi anche