Home Cinema News Cinema

Robert Carlyle a.k.a. Begbie sulle riprese di “Trainspotting 2”

Il sequel di "Trainspotting" è in lavorazione. Questa volta a sganciare qualche dettaglio al mensile NME è quell'attaccabrighe di Begbie

Robert Carlyle, 54 anni - Foto via Facebook

Robert Carlyle, 54 anni - Foto via Facebook

È ufficiale: Danny Boyle girerà Trainspotting 2 la prossima estate e lo farà con l’intero cast del film originale: Ewan McGregor (Rent Boy), Jonny Lee Miller (Sick Boy), Ewan Bremner (Spud) e Robert Carlyle (Begbie), tutti riprenderanno i loro ruoli dal film culto del 1996.

Ewan McGregor ha confermato (con grandissimo entusiasmo) proprio pochi giorni fa e ora anche Robert Carlyle ha rilasciato alcune dichiarazioni ufficiali in seguito ad alcuni post sui suoi canali social. E anche lui ci è sembrato piuttosto esaltato.

“I like to be working and moving. The worst thing you can do to me is stick me in a room all day while you’re lighting a shot. That just kills me.”

Pubblicato da Robert Carlyle su Martedì 7 luglio 2015

Il regista Danny Boyle ha precedentemente spiegato che il nuovo film sarà basato su un altro romanzo sempre di Irvine Welsh, Porno, uscito nel 2002 e sequel cartaceo di Trainspotting, uscito nel 1993. Per ora non sappiamo molto altro, ma il magazine britannico NME qualcosina in più gliel’ha scucito.

«Sotto certi aspetti è una cosa snervante perché sono ovviamente consapevole di quanta gente rispetti il film originale, un sacco di gente lo cita nella sua vita quotidiana e le citazioni sono ovunque, cazzo. Non posso sfuggirgli! Ma sono molto grato per tutto questo – Begbie è stato un personaggio importante e fottutamente fantastico per me e per la mia carriera – e penso che probabilmente gli altri ragazzi del cast avranno detto la stesa cosa. Io sono solo un po’ diffidente». Probabilmente era l’ansia a parlare.

«Abbiamo già letto una bozza della sceneggiatura in primavera. Ecco magari ti aspetti che io dica esattamente questo, ma onestamente è una delle migliori sceneggiature che abbia mai letto. Voglio dire, mai. John Hodge è un vero genio». «Voglio dire, i protagonisti sono più vecchi di almeno 20 anni proprio come la gente che andrà a vedere il film culto di quella generazione e che al tempo aveva poco più di vent’anni. E questo li farà riflettere su quello che erano e quello che sono ora, proprio come ha fatto con noi. Ovviamente tutto questo con l’aiuto di Danny Boyle, ma il risultato potrebbe risultare molto emotivo».

Altre notizie su:  Robert Carlyle