Home Cinema News Cinema

Questlove debutterà alla regia con il documentario ‘Black Woodstock’

Il film racconterà l'Harlem Cultural Festival, che si è svolto nella stessa estate in cui Woodstock ha catturato l'attenzione del mondo. E non ha avuto nessuna copertura da parte dei media mainstream

Foto: Matt Licari/Invision/AP/Shutterstock

Ahmir Thompson, a.k.a. Questlove, debutterà alla regia Black Woodstock, un documentario sull’Harlem Cultural Festival, che si è svolto al Mount Morris Park durante la stessa estate del 1969 in cui Woodstock ha catturato l’attenzione del mondo. Nonostante avesse attirato oltre 300.000 persone, l’evento non ha ricevuto praticamente alcuna copertura da parte dei media mainstream, un’omissione che il film di Thompson spera di correggere. La notizia è stata diffusa da Variety.

Black Woodstock includerà 40 ore di filmati inediti originariamente girati dal regista e produttore Hal Tulchin, che sono rimasti nascosti per mezzo secolo. Il titolo del film deriva dal termine usato dai residenti di Harlem per descrivere il festival, che ha visto le esibizioni di alcuni dei principali musicisti di colore del momento: Sly and the Family Stone, Stevie Wonder, Nina Simone, BB King, the 5th Dimension, David Ruffin, Mahalia Jackson, gli Staple Singers e Gladys Knight and the Pips. L’evento ha avuto luogo un anno dopo la morte di Martin Luther King Jr ed era destinato a celebrare la cultura e la politica afroamericana, nonché a promuovere l’orgoglio nero e l’unità.

“Sono entusiasta di aiutare a portare la passione, la storia e la musica dell’Harlem Cultural Festival al pubblico di tutto il mondo”, ha dichiarato Questlove in una nota. “Le esibizioni sono straordinarie. Sono rimasto sbalordito quando ho visto per la prima volta queste riprese. È incredibile guardare 50 anni di storia che non sono mai stati esplorati, e sono ansioso e onorato di raccontarli”.

Leggi anche