Home Cinema News Cinema

#OscarsSoWhite: Spike Lee e Jada Pinkett Smith contro l’Academy

Il regista e Jada Pinkett Smith non parteciperanno alla cerimonia degli Oscar, in polemica per l'assenza di attori di colore tra tutti i nominati

Spike Lee

Per il secondo anno consecutivo, gli Oscar non hanno nessun attore di colore tra i candidati alla statuetta in tutte le categorie, maschili, femminili, protagonisti e non protagonisti. A causa di questa assenza, diversi attori e registi stanno attaccando l’Academy e i suoi selezionatori o, più in generale, il mondo di Hollywood.

Tra gli esclusi dalle nomination si trovano i nomi di Will Smith (Concussion), Michael B. Jordan (Creed), Idris Elba (Beasts of No Nation), Samuel L. Jackson (The Hateful Eight), oltre che i film Straight Outta Compton (nominato solo come miglior sceneggiatura originale) e Beasts of No Nation.

Spike Lee ha condiviso una foto sul suo profilo Instagram, in cui annuncia che non parteciperà alla cerimonia di premiazione del prossimo febbraio. Nella lunga didascalia, il regista punta il dito non contro i selezionatori dell’Academy, ma contro chi prende le decisioni nelle sale del comando.

#OscarsSoWhite… Again. I Would Like To Thank President Cheryl Boone Isaacs And The Board Of Governors Of The Academy Of Motion Pictures Arts And Sciences For Awarding Me an Honorary Oscar This Past November. I Am Most Appreciative. However My Wife, Mrs. Tonya Lewis Lee And I Will Not Be Attending The Oscar Ceremony This Coming February. We Cannot Support It And Mean No Disrespect To My Friends, Host Chris Rock and Producer Reggie Hudlin, President Isaacs And The Academy. But, How Is It Possible For The 2nd Consecutive Year All 20 Contenders Under The Actor Category Are White? And Let's Not Even Get Into The Other Branches. 40 White Actors In 2 Years And No Flava At All. We Can't Act?! WTF!! It's No Coincidence I'm Writing This As We Celebrate The 30th Anniversary Of Dr. Martin Luther King Jr's Birthday. Dr. King Said "There Comes A Time When One Must Take A Position That Is Neither Safe, Nor Politic, Nor Popular But He Must Take It Because Conscience Tells Him It's Right". For Too Many Years When The Oscars Nominations Are Revealed, My Office Phone Rings Off The Hook With The Media Asking Me My Opinion About The Lack Of African-Americans And This Year Was No Different. For Once, (Maybe) I Would Like The Media To Ask All The White Nominees And Studio Heads How They Feel About Another All White Ballot. If Someone Has Addressed This And I Missed It Then I Stand Mistaken. As I See It, The Academy Awards Is Not Where The "Real" Battle Is. It's In The Executive Office Of The Hollywood Studios And TV And Cable Networks. This Is Where The Gate Keepers Decide What Gets Made And What Gets Jettisoned To "Turnaround" Or Scrap Heap. This Is What's Important. The Gate Keepers. Those With "The Green Light" Vote. As The Great Actor Leslie Odom Jr. Sings And Dances In The Game Changing Broadway Musical HAMILTON, "I WANNA BE IN THE ROOM WHERE IT HAPPENS". People, The Truth Is We Ain't In Those Rooms And Until Minorities Are, The Oscar Nominees Will Remain Lilly White. (Cont'd)

Una foto pubblicata da Spike Lee (@officialspikelee) in data:

Agli ultimi Governors Awards di novembre, dove Spike Lee era stato premiato con un Honorary Oscar, aveva già accennato al problema del mancato riconoscimento delle “black folks”. «Tutti qui hanno probabilmente votato per Obama, ma quando vado a lavorare non vedo nessuna persona di colore, tranne per il fratello che sta alla sicurezza e controlla che il mio nome sia sulla lista quando entro».

Jada Pinkett Smith, attrice e moglie di Will Smith, ha anche lei annunciato che non parteciperà alla cerimonia, e ha anche dichiarato che “forse è ora di togliere il supporto economico e riportarlo di nuovo verso la nostra comunità”.

Alle voci si è aggiunta anche quella del produttore di Straight Outta Compton, Will Packer, che ha detto di aver compreso la rabbia di chi sostiene la causa di #OscarsSoWhite.

Anche il presentatore della serata, Chris Rock, aveva già ironizzato su Twitter, pubblicando un video in cui definiva gli Oscar “White BET Awards”.

Leggi anche