Home Cinema News Cinema

Oscar, l’Academy ha annunciato un nuovo piano a favore della diversity

L'impegno comprende anche programmi per una competizione più inclusiva agli Oscar: ad esempio, dalla 94esima edizione i candidati a miglior film saranno sempre 10

L’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha annunciato “Academy Aperture 2025”, un nuovo impegno programmatico a favore della diversity nell’industria cinematografica, che comprende anche piani per una competizione più inclusiva agli Oscar.

“Sebbene l’Academy abbia fatto passi da gigante, sappiamo che è ancora necessario molto lavoro per garantire opportunità eque in tutti i settori”, ha dichiarato il CEO Dawn Hudson in una nota. “Affrontare questo problema è urgente. Per questo modificheremo e continueremo a esaminare le nostre regole e procedure per garantire che tutte le voci siano ascoltate e celebrate”.

Per promuovere una rappresentazione più diversificata agli Oscar, l’Academy e la Producers Guild of America (PGA), stanno creando una task force di leader del settore “che sviluppino e implementino nuovi standard di rappresentazione e inclusione per l’ammissione degli Oscar entro il 31 luglio 2020”.

Inoltre, a partire dalla 94esima edizione degli Academy Awards per i film del 2021, la categoria best picture avrà 10 candidati, anziché cambiare il numero di titoli in corsa ogni anno.

“Attraverso la dedizione, il focus e l’impegno mirato del nostro Consiglio e dei membri nei comitati esecutivi, l’Academy ha superato gli obiettivi della nostra iniziativa A2020. Ma per affrontare davvero questo momento, dobbiamo riconoscere quanto altro deve essere fatto e quanto ancora dobbiamo ascoltare, imparare, abbracciare questa sfida e chiedere sempre più responsabilità a noi stessi e alla nostra comunità”, ha affermato il presidente dell’Academy David Rubin. “La leadership e il Consiglio sono impegnati a garantire equità e inclusione nel tessuto in ogni iniziativa, comitato, programma ed evento dell’Academy”.

I limiti del Board of Governors saranno ora di due mandati triennali (consecutivi o non consecutivi), seguiti da una pausa di due anni, dopodiché l’ammissibilità si rinnova per un massimo di due ulteriori trienni, per non più di 12 anni. In precedenza, il limite era di tre mandati consecutivi di tre anni, con una pausa di un anno e nessun limite.

“L’Academy implementerà anche un processo di visualizzazione trimestrale attraverso la Academy Screening Room, il sito di streaming per i membri dell’Academy, anche a partire dalla 94esima edizione degli Academy Awards”, ha dichiarato l’istituzione in un comunicato stampa. “Consentendo ai membri di vedere i film distribuiti tutto l’anno, l’Academy aumenterà la visibilità di ogni film e livellerà le possibilità, garantendo che tutti i film idonei possano essere visti dai membri votanti”.