Home Cinema News Cinema

Oltre agli Oscar c’è SeeYouSound: il premio Rolling Stone a “Monsterman”

Il nostro giornale ha dato il suo riconoscimento ieri all'International Music Film Festival di Torino per la miglior colonna sonora

Mr Lordi nel docufilm "Monsterman"

Mr Lordi nel docufilm "Monsterman"

Oltre agli Oscar in questo week end di fine febbraio si è tenuto anche la seconda edizione di SeeYouSound festival a Torino, il primo festival in Italia che racconta il rapporto tra immagini e musica. Quindi film, corti, panel su questo connubio fondamentale mai abbastanza messo in evidenza in passato. Noi di Rolling Stone avevamo un nostro premio: il Rolling Stone Original Soundtrack Award per la colonna sonora più efficace e potente ed è stato assegnato al finlandese Monsterman di Antti Haase sul gruppo metal Lordi. “Per la potenza e il pathos dei brani e i frammenti originali che diventano leitmotiv della colonna sonora”, questa la motivazione della giuria.

Monsterman è a tutti gli effetti un piccolo gioiello, anche per chi non ama la musica metal. È la storia ricca di sali-e-scendi, di momenti di gloria e altri di caduta agli inferi, di Mr Lordi e la sua band che si presentano sempre al pubblico con maschere horror (e anche durante il documentario). Mr Lordi deve affrontare la perdita di due componenti e amici del gruppo e anche un improvviso calo di consensi del pubblico, proprio subito dopo essere diventati degli eroi nazionali per aver partecipato all’Eurovision Festival. La musica di Monsterman (titolo che riprende la loro canzone Would You Love A Monsterman) riesce a sottolineare i momenti di maggior pathos senza però per questo diventare eccessivamente enfatica.

Menzione speciale a Joao Batista di Rodrigo Mei Eveles “per l’originalità nell’utilizzo della musica all’interno della narrazione: dall’impatto dei rumori del lavoro alla diffusione delle canzoni nel traffico, la contaminazione dei suoni accompagna e disegna la figura del protagonista”. Un corto agro-dolce che racconta la dura giornata di lavoro di un uomo che passa dai campi alla miniera, per poi trasformarsi completamente verso sera.

Joao Batista ha vinto anche il concorso 7-inch come miglior corto, mentre il concorso longplay è stato vinto da Miss Sharon Jones! di Barbara Kopple.

Altre notizie su:  lordi seeyousound