Home Cinema News Cinema

Il regista Zemeckis: «Remake di “Ritorno al Futuro”? Prima passate sul mio cadavere!»

Speravate in un ritorno? Niente da fare, il regista ha escluso ogni remake, almeno finché lui e l'autore Bob Gale saranno in vita

Doc e Marty. Foto: Facebook

Doc e Marty. Foto: Facebook

Il 3 luglio festeggeremo i 30 anni dall’uscita del primo film di Ritorno al Futuro . Lacrimoni e maratone celebrative a parte, è lecito chiedersi se e quando mai potremo vedere un sequel/prequel/spin off della saga sci-fi sui viaggi temporali che ha fatto sognare intere generazioni.

Le parole dette dal regista Robert Zemeckis al Telegraph però non ci fanno ben sperare, specie quando è stato chiesto a Zemeckis se stia pensando a un eventuale remake: «Oh, Cielo, no! Non succederà finché io e Bob [Gale, l’autore dei film, ndr] siamo in vita. Sono quasi certo che lo faranno dopo che moriremo, a meno che i nostri avvocati riescano a impedirglielo».

Tanto per rincarare la dose, il regista ha aggiunto: «Voglio dire, per me sarebbe oltraggioso. Specie perché è un ottimo film. Sarebbe come fare un remake di Quarto Potere. Chi interpreterebbe Kane? Che scemenza sarebbe? Per quale motivo dovrebbe succedere?»