Home Cinema News Cinema

Macaulay Culkin e il trauma di essere dimenticato a casa dalla mamma

Come sarebbe Kevin a 35 anni? "È Natale, e tutta la famiglia se ne va in vacanza. E lasciano a casa il loro cazzo di figlio di otto anni. Da solo. Per una settimana."

Qualsiasi ragazzino che ha visto Mamma ho perso l’aereo ha sognato di essere Kevin McCallister, immaginando quanto poteva essere divertente difendersi da due ladri buffoni trasformando la casa dei genitori in una gigantesca trappola mortale. Dall’altra parte però nessuno pensa a quanto possa essere traumatizzante un’esperienza del genere per un ottenne; essere abbandonato dalla famiglia a Natale è già brutto, ma doversi anche difendere da ladri violenti? Roba da psicanalisi per la vita.

Macaulay Culkin non apparirà in nessun altro Mamma ho perso l’aereo, ma grazie a una nuova web serie del comico Jack Dishel sappiamo cosa ha provato Kevin McCallister dopo quel Natale traumatico.

Nella prima puntata di :DRYVRS, una web serie in cui un viaggio in un’auto stile Uber va a finire male, Dishel carica un agitato Kevin 35enne (interpretato da Culkin). Dopo il commosso discorso dal “cazzo di bambino di otto anni più carino dell’universo” (come si descrive Kevin), il tipo al volante inizia a preoccuparsi un po’ per il suo passeggero. Finché il tremante McCallister confessa tra una sigaretta e l’altra “Ho ancora incubi su questo pelato matto che mi insegue parlando come Yosemite Sam.”

Questo è solo l’inizio della serie di Dishel :DRYVRS, che partirà nel 2016. Prossime star annunciate sono Rosanna Arquette e Steven Weber.

Leggi anche