Home Cinema News Cinema

L’attore Gene Wilder è morto a 83 anni

Era il dottor Frankenstein in Frankenstein Junior e Willy Wonka nel film del 1971, attore feticcio di Mel Brooks e stella della commedia americana

Gene Wilder in Frankenstein Junior

Gene Wilder in Frankenstein Junior, 1974

L’attore comico Gene Wilder, leggenda della commedia americana, è morto all’età di 83, lo ha comunicato il nipote. La morte è stata causa dalle complicazioni dovute al morbo di Alzheimer, di cui non era stato detto nulla finora: «Abbiamo deciso di tenerlo nascosto non per vanità, ma per permettere a tutti i bambini che sorridevano o gli dicevano “Ecco Willy Wonka” di non essere esposti a una malattia da adulti o che si preoccupassero invece di divertirsi. Non avrebbe mai sopportato di togliere un sorriso al mondo.»

L’attore, due volte nominato agli Oscar per il ruolo di Willy Wonka nel film del ’71 e per aver scritto insieme a Mel Brooks e interpretato il capolavoro Frankenstein Junior, per Brooks ha recitato anche in Mezzogiorno e mezzo di fuoco e The Producers (in italiano Per favore, non toccate le vecchiette), e ha partecipato anche alla commedia di Woody Allen Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso* (*ma non avete mai osato chiedere) . Ha esordito alla regia nel 1975 con Il fratello più furbo di Sherlock Holmes, ma il suo film più celebre da regista è La signora in rosso, il cui tema principale I Just Called To Say I Love di Stevie Wonder ha vinto l’Oscar. È stato sposato con l’attrice comica Gilda Radner, protagonista femminile del film, fino alla morte di lei nel 1989.

Negli anni ’90 e 2000 ha partecipato a vari programmi TV, vincendo anche un Emmy per una piccola partecipazione in Will & Grace. Negli ultimi anni ha anche pubblicato un memoir e alcune raccolte di racconti.