Home Cinema News Cinema

La storia di Steven Avery continua. Torna “Making A Murderer”

La produzione della nuova stagione, che racconterà le vicende legate al processo d'appello, è già iniziata

Una immagine della prima stagione della serie Netflix

Una immagine della prima stagione della serie Netflix

La serie Netflix Making a Murderer tornerà con nuovi episodi che si concentreranno sul raccontare le vicende legate al processo d’appello. L’annuncio è arrivato poche ore da Laura Ricciardi e Moira Demos, produttrici e registe dello show.

La docu-serie quindi continuerà a raccontare la storia degli imputati Steven Avery e Brendan Dassey, condannati nel 2005 per l’omicidio di Teresa Halbach. La produzione è già iniziata, sebbene non ci sia ancora una data d’uscita e non siano ancora stato comunicato il numero degli episodi.

Il nuovo team difensivo di Avery ha garantito ai produttori un accesso esclusivo a tutti i dettagli del caso. Il comunicato stampa lascia inoltre intendere che ci saranno molti approfondimenti esclusivi su tutti i personaggi che ruotano intorno alla vicenda, dai familiari agli amici. Nessuna riferimento alla presenza di Jerry Buting e Dean Strang, primi difensori di Avery.

Oltre a documentare il processo, i film makers hanno quindi come obiettivo quello di mostrare tutte il bagaglio emotivo che un caso del genere comporta: «Siamo estremamente grati per il supporto e la forte risposta che ha avuto la serie» hanno dichiarato Laura Ricciardi e Moira Demos. «L’interesse degli spettatori ha assicurato la continuazione del racconto. La storia non è finita e noi abbiamo tutte le intenzioni di documentarla».

Making A Murderer ha ricevuto 6 nominations agli Emmy Awards.

Altre notizie su:  netflix