Home Cinema News Cinema

La Mostra del cinema di Venezia 2020 non sarà in streaming

La manifestazione, al momento ancora in programma dal 2 al 12 settembre, potrebbe diventare (almeno in parte) digitale. Ma non si trasferirà online

Luca Marinelli posa con la Coppa Volpi alla Mostra del cinema di Venezia 2019

Foto: Theo Wargo/Getty Images

Mentre il Festival di Cannes, previsto per la metà di maggio, è rimandato a data da stabilire (si parla di una possibile finestra tra la fine di giugno e l’inizio di luglio, ma pare sempre più difficile), la 77esima Mostra del cinema di Venezia mantiene al momento la sua programmazione ufficiale: dal 2 al 12 settembre 2020.

Ma la Biennale starebbe vagliando l’ipotesi di un’edizione molto più digitale, quantomeno in parte. Ma il “trasloco” in streaming non sembra la strada percorribile in questo momento. «La Mostra non può essere rimpiazzata da un evento online», rivela una fonte anonima all’americano Variety. «Ma, almeno per quanto riguarderà alcune iniziative, c’è la possibilità che vengano usati mezzi tecnologici. Tuttavia, è ancora troppo presto per prendere una decisione ufficiale».

Queste dichiarazioni arrivano dopo un’intervista di Alberto Barbera all’Ansa, in cui il direttore della Mostra commentava la scelta del “rivale” Toronto Film Festival di adottare significative alternative digitali. «Toronto è un festival diverso, non è paragonabile a Cannes o Venezia», ha detto Barbera. «Al momento stiamo lavorando esattamente come negli anni precedenti, ma non possiamo ancora fornire dettagli sul futuro».

La 77esima edizione della Mostra ha finora una sola certezza, come da annuncio dello scorso gennaio: a presiedere la giuria che valuterà i film in concorso è stata chiamata la star australiana Cate Blanchett.

Leggi anche