Home Cinema News Cinema

La (buona) musica della seconda stagione di “True Detective”

La seconda stagione di una delle serie più seguite e amate degli ultimi anni è partita ieri sera, su Sky Atlantic. Cambiano i protagonisti e la storia e l’ambientazione si sposta in California

Uno degli elementi più importanti della prima stagione di True Detective è stata, senza ombra di dubbio, la musica. A cominciare dalla canzone dei titoli di testa, Far From Any Road dei the The Handsome Family. Fino all’ultimo, più fugace brano musicale. Il merito va dato a T. Bone Burnett, supervisore della colonna sonora, riconfermato nel suo ruolo anche per la seconda stagione.

Per l’opening di quest’anno (che potete vedere qui sopra), Burnett ha scelto un altro grande musicista contemporaneo: Leonard Cohen, con Nevermind, dall’album del 2014 Popular Problems.

I toni, almeno dopo un primo ascolto, sembrerebbero essere gli stessi – ci sarebbe, insomma, una certa continuità tra Far From Any Road e Nevermind. In realtà, le due canzoni non potrebbero essere più diverse: con il loro brano i The Handsome Family ci portavano in Louisiana, nel profondo sud degli Stati Uniti; Cohen, invece, pur mantenendo un tono di voce basso e profondo, inserisce elementi totalmente inediti (rispetto a Far From Any Road, e alla soundtrack della prima stagione) nella sua canzone. Come, per esempio, l’arabo.

È un mix, Nevermind. Un mix proprio come la California, lo stato in cui è ambientata la seconda stagione di True Detective. In un certo senso, quest’anno sembra cambiare proprio il ruolo della musica: che non deve più riempire ed inspessire la narrazione (non ci sono così tanti silenzi e/o primi piani, in True Detective 2); ma che si limita, tra virgolette, ad accompagnare le scene – ad aggiungere poco, quasi niente, per impreziosire il girato e arricchire la regia (che quest’anno, almeno per i primi tre episodi, è affidata a Justin Lin).

La musica, quindi, resta una caratteristica fondamentale di True Detective. E Nic Pizzolatto, l’ideatore della serie per la HBO, si riconferma anche quest’anno – per la sua cura dei dettagli, soprattutto – come un “perfezionista” (il processo creativo che ha portato alla stesura della sceneggiatura è stato lungo e intenso; e, sotto un certo punto di vista, non si è concluso, né si concluderà, fino alla fine delle riprese).

Uno dei misteri della soundtrack di True Detective 2, almeno fino a qualche mese fa, era rappresentato dalla canzone del primo trailer: sentiamo una voce di donna – una donna indefinibile, nella sua età: né vecchia né giovane – che canta versi particolarmente intensi (“la sola cosa per cui vale la pena combattere”, si sente durante il ritornello). Il titolo, come si è scoperto recentemente dopo un tweet di Rosanna Cash, co-autrice dei lyrics insieme a Burnett, è The Only Thing Worth Fighting For; la voce che sentiamo, invece, è di Lera Lynn.

Questo brano, che rappresenta il tema principale della stagione di quest’anno, ritorna con una certa puntualità nel corso delle puntate. È la canzone che viene cantata nel bar che frequentano Ray (Colin Farrell) e Frank (Vince Vaughn). In altre parole, fa parte dell’ambientazione: senza di essa alcune location – e alcune scene particolari – non avrebbero la stessa forza e intensità.

Ma durante la prima puntata di True Detective 2, c’è un’altra canzone, sentita verso la fine, durante il primo vis-a-vis tra i protagonisti, che ha incuriosito lo spettatore (perché la musica, in questa serie, non suona passivamente, ma cattura l’attenzione di chi guarda – e lo ossessiona costringendolo a cercare i titoli e i cantanti). È una cover: All the Gold in California. Cantata per la prima volta nel 1979 da Larry Gatlin e i Gatlin Brothers, in True Detective 2 viene “rivisitata” da Nick Cave e Warren Ellis.

Al momento, le canzoni della colonna sonora di True Detective 2 (a parte Nevermind di Cohen e The Only Thing Worth Fighting For di Lera Lynn) non sono disponibile online. Il 14 Agosto, però, la HBO rilascerà una raccolta completa di questi brani; l’album si chiamerà True Detective: Music From The HBO Series.