Home Cinema News Cinema

Keanu Reeves, sesso e torture nel nuovo film “Knock Knock”

Quando bussano alla porta bisogna pensarci due volte prima di aprire. Anche se sono due ragazze infreddolite e in emergenza che chiedono di farsi una doccia (con te)

Mettete Keanu Reeves in casa da solo, senza moglie e figli. Due ragazze suonano alla porta, chiedendo un aiuto, una doccia calda. Perché dire di no?
Perché dire di no, se le due ragazze ti tirano dentro la doccia con loro (fermatevi un attimo, Keanu Reeves paragona questa scena a un’offerta di pizza gratis. Rileggete: pizza gratis)?

Qualche problema c’è: perché la sera dopo le due ragazze tornano a casa. Ma con intenzioni molto peggiori. Inizia il vero incubo per Keanu: torture condite con sesso, minacce mortali, una casa distrutta. È tutta una corsa, un cercare di liberarsi da un sogno che è diventato un incubo.

Un’angoscia, è ampliata dal fatto che il tutto si consumi in casa: tipo Funny Games, tipo la scena dello stupro di Arancia Meccanica. Tipo Death game, filmone del 1977 basato praticamente sullo stesso plot.

Eli Roth, che ha già firmato thriller cult tipo Cabin Fever e Hostel, sforna un altro film epico.

Abbiamo già un nuovo film preferito. Scommettiamo che sarà un successo?