Home Cinema News Cinema

Dopo “Don Jon” e “Sin City”, Joseph Gordon-Levitt
diventa funambolo

Robert Zemeckis dirige “The Walk”, il film sulla camminata folle di Philippe Petit fra le Torri Gemelle. Il trailer per chi non soffre di vertigini

Incredibilmente rischioso, totalmente illegale, completamente folle. Ci sono certe persone che proprio non si spiega come possano avere il coraggio e la determinazione di affrontare imprese da pazzi. Philippe Petit è un esempio. Il funambolo francese è entrato nella storia proprio per la sua follia: passeggiare fra le Torri Gemelle del World Trade Center in equilibrio su un filo d’acciaio per oltre 45 minuti.

La locandina di The Walk, in uscita a ottobre

La locandina di The Walk, in uscita a ottobre

Era il 7 agosto del 1974 e il fatto che stesse facendo qualcosa di totalmente vietato non gli importava minimamente, i suoi obiettivi erano superare i limiti fisici, la paura e i divieti delle forze dell’ordine e vincere così la sua sfida contro tutto e tutti. Doveva realizzare la sua ambizione, perché: «I limiti esistono soltanto nell’anima di chi è a corto di sogni», dichiarò. Non c’era un reale perché, c’era solo la consapevolezza che sicuramente sarebbe stato molto vicino alla morte e probabilmente la sua vita sarebbe anche potuta finire in quel momento.

L’impresa folle e (quasi) impossibile dell’uomo che ha camminato su un filo d’acciaio fra le Torri Gemelle a più di 400 metri d’altezza diventa un film e a dirigerlo è un Premio Oscar che conosce perfettamente l’estremo, il rischio e l’immaginazione che va oltre il possibile. Stiamo parlando di Robert Zemeckis, il regista di Forrest Gump, Ritorno al Futuro e Cast Away tra gli altri.

Nella pellicola, che in Italia vedremo a ottobre 2015, il suo Man On Wire è Joseph Gordon-Levitt che già dal trailer ci fa morire di vertigini. Nel cast anche Ben Kingsley, Charlotte Le Bon, Ben Schwartz, James Badge Dale, Steve Valentine, Clément Sibony e Mark Camacho. Il film sarà anche in 3D, già ci sembra di sentire le urla in sala.