Johnny Depp, un location manager lo ha accusato di averlo preso a pugni

L'attore avrebbe colpito il membro della crew sul set di 'City of Lies' e gli avrebbe offerto 100.000 dollari per reagire.

Johnny Depp è stato citato in giudizio per presunta aggressione da Gregg “Rocky” Brooks, ex location manager del film City of Lies. A dare la notizia è The Associated Press.

Nella causa Brooks sostiene che Depp l’ha colpito due volte nelle costole. Ha anche accusato l’attore di averlo assalito verbalmente e di aver detto che lo avrebbe pagato 100.000 dollari perché reagisse ai pugni. Nei documenti che l’avvocato di Brooks ha presentato venerdì afferma inoltre di essere stato licenziato dal film dopo essersi rifiutato di firmare un accordo di non divulgazione che gli avrebbe impedito di citare in giudizio l’attore.

Il presunto incidente è avvenuto nell’aprile 2017, quando il regista Brad Furman ha chiesto a Brooks di riferire a Depp che le riprese della giornata sarebbe finito dopo la scena successiva, dal momento che non stava andando bene. Brooks ha affermato che Depp ha reagito con una serie di parolacce. Page Six riferisce che Brooks poi ha chiesto aiuto a un agente di polizia, ma che Depp l’ha colpito prima che potesse accadere. Quindi ha affermato, “Ti darò 100.000 dollari per darmi un pugno in questo momento.”

Rolling Stone ha contattato Depp per un commento, ma non ha ricevuto risposta al momento della pubblicazione.

In City of Lies Depp interpreta il detective della polizia di Los Angeles Russell Poole, sulle tracce dell’assassino di Notorious B.I.G. Il film vede anche Forest Whitaker nei panni di un giornalista anch’egli a caccia del killer. Il lungometraggio arriverà al cinema al 7 settembre.

Page Six riferisce anche che Depp sta anche affrontando una causa intentata da due ex guardie del corpo che sostengono che l’attore presumibilmente non li ha pagati correttamente e che li ha messi in situazioni “tossiche”. Variety riferisce che Depp è anche coinvolto in un’altra causa in cui ha citato in giudizio i suoi ex business manager per 25 milioni di dollari per “cattiva condotta”.

L’ex moglie di Depp, Amber Heard, lo aveva accusato di averla picchiata. Dopo il divorzio l’ex coppia ha diffuso una dichiarazione congiunta. “La nostra relazione era intensamente passionale e talvolta instabile, ma sempre piena di amore”, hanno spiegato,secondo Vanity Fair. “Nessuna delle due parti ha fatto false accuse per ottenere un guadagno. Non c’è mai stato l’intento di farsi del male fisicamente o emotivamente”.

Leggi anche: