Johnny Depp, le dichiarazioni dopo il successo in tribunale: «Un nuovo capitolo è finalmente iniziato» | Rolling Stone Italia
Home Cinema News Cinema

Johnny Depp, le dichiarazioni dopo il successo in tribunale: «Un nuovo capitolo è finalmente iniziato»

«Sentenza che riporta indietro le lancette dell'orologio a un tempo in cui una donna che parla può essere svergognata e umiliata pubblicamente», risponde Amber Heard

Foto: JIM WATSON/POOL/AFP via Getty Images

US actor Johnny Depp gestures while departing the courtroom at the Fairfax County Circuit Courthouse in Fairfax, Virginia, on May 24, 2022. - Depp is suing ex-wife Amber Heard for libel after she wrote an op-ed piece in The Washington Post in 2018 referring to herself as a public figure representing domestic abuse. (Photo by JIM WATSON / POOL / AFP)

Sono ore bellissime per Johnny Depp. Dopo settimane di accesi dibattimenti, che hanno reso il suo processo il caso mediatico più seguito dell’anno, è arrivato il responso della giuria del tribunale di Fairfax, Virginia: Johnny Depp ha vinto la causa per diffamazione intentata contro l’ex moglie Amber Heard.

Subito dopo la lettura del verdetto sono arrivate le dichiarazioni delle parti. Johnny Depp, che non era lì ma in U.K., ha pubblicato un comunicato sul suo profilo Instagram:

«Fin dall’inizio, l’obiettivo di questa causa è stato quello di rivelare la verità, indipendentemente dall’esito. Dire la verità era qualcosa che dovevo ai miei figli e a tutti coloro che sono rimasti fermi nel loro sostegno. Mi sento in pace sapendo di aver finalmente raggiunto questo obiettivo». Il post:

Ben diversa, ovviamente, la reazione dell’ex compagna Amber Heard, che dovrà ora risarcire l’attore per 15 milioni di dollari: «La delusione che provo oggi va oltre le parole. Sono affranta dal fatto che la montagna di prove non sia stata sufficiente a contrastare il potere sproporzionato, l’influenza e l’influenza del mio ex marito. Sono ancora più delusa da ciò che questo verdetto significa per altre donne. È una battuta d’arresto. Riporta indietro le lancette dell’orologio a un tempo in cui una donna che parlava e si esprimeva poteva essere pubblicamente svergognata e umiliata. Fa tornare indietro l’idea che la violenza contro le donne debba essere presa sul serio. Credo che gli avvocati di Johnny siano riusciti a convincere la giuria a trascurare la questione chiave della libertà di parola e a ignorare le prove che erano così evidenti che abbiamo vinto nel Regno Unito.
Sono triste per aver perso questo caso. Ma sono ancora più triste per il fatto che sembra che io abbia perso un diritto che pensavo di avere come americano: quello di parlare liberamente e apertamente».