Home Cinema News Cinema

Johnny Depp, al via il processo contro ‘The Sun’ che lo definì «picchiatore di mogli»

L'attore e l'ex moglie Amber Heard, che l'ha accusato di violenza domestica, sono apparsi all'alta corte di Londra: «È stata lei a colpire me», ha detto Johnny. Che ha anche confessato di aver assunto droghe fin da giovanissimo

Foto: Paul Treadway/Barcroft Media via Getty Images

Dopo tre anni, Johnny Depp e Amber Heard sono apparsi in pubblico nello stesso luogo. Entrambi con volto coperto da foulard, sono arrivati martedì alla Royal Courts of Justice di Londra per l’inizio del processo per diffamazione intentato dall’attore contro The Sun, che lo aveva definito “picchiatore di mogli” sulla base delle accuse fatte da Heard.

Depp «non è e non è mai stato un picchiatore di mogli», ha detto il suo avvocato David Sherborne nella dichiarazione di apertura. Poi ha aggiunto che Depp sostiene che «sia stata lei ad aver iniziato un confronto fisico, che gli ha dato un pugno e l’ha colpito […] è stata lei ad aggredire lui, e non viceversa».

Dalla postazione dei testimoni, con Heard seduta in platea, Depp ha spiegato alla corte che l’ex moglie aveva «detto al mondo che temeva per la sua vita e che io ero questo mostro orribile. Non era così».

Sherborne ha letto la trascrizione di una conversazione tra Depp e Heard registrata a settembre 2015. L’attrice afferma: «Sei stato colpito… ma non ti ho dato un pugno. Non ti ho steso. Ti stavo colpendo». E continua «sei un bambino», a cui Depp risponde: «Perché inizi a colpirmi».

Depp avrebbe cercato di evitare il confronto: «In queste situazioni, ogni volta che la lite si intensificava, cercavo di andare nel mio angolo… prima che le cose sfuggissero di mano».

L’attore poi, contro interrogato dall’avvocato difensore Sasha Wass, ha ammesso di aver assunto marijuana, cocaina, LSD, estasi e funghi nel corso degli anni, fin da ragazzino. Quando è stato interrogato su un arresto per aggressione e danni commessi in una stanza d’albergo di New York, Depp ha negato di avere problemi di gestione della rabbia. «Ero arrabbiato, ma ciò non significa che ho un problema di gestione della rabbia», ha spiegato.

È stato anche mostrato un video, registrato da Heard, in cui si vede Depp dare dei calci ai mobili della cucina e imprecare prima di versarsi un bicchiere di vino rosso. Depp ha replicato di non essere «particolarmente orgoglioso di me stesso», ma ha negato che quelle immagini dimostrassero che fosse un «mostro» quando beveva e prendeva droghe. «Non sono dottor Jekyll e mister Hyde», ha detto.

Nella sua dichiarazione, Depp ha affermato che Heard ha «una personalità calcolatrice e borderline con tanto di diagnosi; che è sociopatica, narcisista e sleale». E ha continuato: «Ora sono convinto che è arrivata nella mia vita per prendere da me qualsiasi cosa valesse la pena di prendere, e poi distruggere ciò che ne è rimasto».

Alla fine del 2014 o all’inizio del 2015, Depp era su un jet privato con Heard quando, ha affermato, lei «è diventata violenta e mi ha colpito ripetutamente dandomi dei pugni in faccia. Mentre mi spostavo verso la parte posteriore dell’aereo per allontanarmi da lei, mi ha seguito nella camera da letto dell’aereo e mi ha colpito in faccia e in testa».

In una dichiarazione rilasciata prima dell’inizio del processo, un portavoce di Heard ha affermato che l’attrice «non ha mai chiesto che si svolgessero questi procedimenti. Amber ha ottenuto un ordine restrittivo per violenza domestica contro Depp nel 2016 e ha cercato di andare avanti con la sua vita». afferma la nota.

Altre notizie su:  Amber Heard Johnny Depp