Home Cinema News Cinema

Joaquin Phoenix sarà il nuovo Joker?

La domanda immediatamente successiva è: come si preparerà ad entrare nella parte? Perché, si sa, quello del principe del crimine è un ruolo che mette a dura prova la resistenza emozionale degli attori.

Joaquin Phoenix è in trattative per interpretare il ruolo del Joker nell’origin movie sul principe del crimine diretto da Todd Phillips (Una notte da leoni) e prodotto da Martin Scorsese.

Il regista aveva da subito chiarito che Phoenix era la sua prima scelta per la parte: i due si sarebbero incontrati prima dell’inizio dell’anno e alcune fonti ora hanno confermato a Variety che Phoenix avrebbe accettato.

E Jared Leto? Gli addetti ai lavori sottolineano che l’attore, che ha interpretato Joker in Suicide Squad, è ancora a bordo come personaggio nell’universo DC e che Phoenix non avrà alcun effetto su quello che accadrà al character di Leto in futuro. Circolavano voci che anche Leonardo DiCaprio si fosse interessato al ruolo, ma qualcosa non avrebbe funzionato.

Adesso che abbiamo un vincitore, la domanda immediatamente successiva è: come si preparerà Phoenix ad entrare nella parte? Perché, si sa, il Joker è un ruolo che mette a dura prova la resistenza emozionale degli attori.

Dopo Cesar Romero, primo Joker della storia in un live action, è stato Jack Nicholson a definirne i tratti con quel misto di cartoon e ironica follia rappresentato dalla sua risata e dalla mitica battuta: “Non danzi mai con il diavolo nel pallido plenilunio?”.

Ma nella sua declinazione maledetta, il Joker per eccellenza, grunge, tormentato e nichilista, è Heath Ledger: un po’ Arancia Meccanica, un po’ Sid Vicious e infinitamente più oscuro dei Joker precedenti. La famiglia di Ledger ha sempre negato che il personaggio abbia in qualche modo preso il sopravvento e che tutte le notti insonni a preparare la performance non abbiano avuto nulla a che fare con quello che è accaduto all’attore. Non si può negare però che Ledger abbia fatto davvero di tutto per entrare nella mente del Principe Clown di Gotham.

Pare che anche Jared Leto per il tempo delle riprese non sia mai uscito dal personaggio, un Joker psichedelico e sadico, e sul set continuava a fare scherzi disgustosi ai suoi co-protagonisti.

I rumors sostengono che lo standalone sarà ambientato negli anni ’80 con atmosfere più ispirate a Taxi Driver che ad un cinecomic classico. Joaquin Phoenix inoltre è noto per essere un attore di metodo: per il mockumentary diretto da Casey Affleck, I’m Still Here, si è impegnato due anni senza mai riposarsi e quando girava il biopic su Johnny Cash, Walk the Line, insisteva perché la troupe lo chiamasse J.R. Cash. Sono aperte le scommesse per sapere cosa succederà con il Joker.

Leggi anche