Home Cinema News Cinema

Jim Carrey paragona Trump a Michael Corleone del ‘Padrino’: «Dovremmo essere preoccupati seriamente»

«Lo Stato di diritto è in pericolo, il settore dei servizi è stato cancellato e le grandi città stanno soffrendo. I neri americani, che hanno sopportato mezzo millennio di malvagità e brutalità, ora affrontano ancora più ingiustizia e morte»

Jim Carrey ha scritto che gli Stati Uniti affronteranno una “catastrofe” se Donald Trump sarà rieletto. In un saggio pubblicato su The Atlantic, l’attore ha parlato dei danni causati dal Presidente, paragonando il suo comportamento a quello di Michael Corleone del Padrino: «Dovremmo tutti essere preoccupati seriamente», si legge nelle prime righe.

«Questo è un dramma mondiale. In greco antico, katastrophḗ significa “ribaltare”, o “una svolta improvvisa”. Questo è ciò di cui abbiamo sofferto. Molte vite americane sono state rovinate dalla presidenza Trump».

Continua: «Lo Stato di diritto è in pericolo, il settore dei servizi è stato cancellato e le grandi città stanno soffrendo. I neri americani, che hanno sopportato mezzo millennio di malvagità e brutalità, ora affrontano ancora più ingiustizia e morte».

«Guardare Trump accettare la nomina del Partito Repubblicano durante una pandemia che è stato come vedere Michael Corleone prestare un giuramento sacro mentre i suoi subalterni saldavano i conti in tutta la città».

Jim Carrey ha continuato esortando gli americani a “votare in massa” a novembre, «raccogliendo tutti i ‘fiocchi di neve finché non ci sarà una bufera a Capitol Hill a cui nessun politico corrotto potrà sopravvivere».