Home Cinema News Cinema

Jared Leto nel prequel di ‘Blade Runner 2049’

Il cantante dei Thirty Seconds to Mars è il protagonista del primo cortometraggio che racconta gli anni fra la trama originale ambientata nel 2019 e le vicende dell'Agente K interpretato da Ryan Gosling

Trent’anni dopo gli eventi del primo film, Blade Runner 2049 riparte dai replicanti, portando sullo schermo una nuova storia, il seguito del film epocale di Ridley Scott. La trama originale si svolgeva in un futuro distopico, che nel 1968 lo scrittore Philip K. Dick aveva collocato nell’allora lontano 2019.

Per cui, per raccontare i 30 anni che ‘idealmente’ separano la storia raccontata nel film del 1982 dalla pellicola in arrivo il prossimo ottobre, il regista Denis Villeneuve ha chiesto a tre filmmaker di realizzare tre cortometraggi per raccontare gli avvenimenti che intercorrono tra le vicende di Rick Deckard – all’epoca interpretato da Harrison Ford – da quelle dell’Agente K, impersonato da Ryan Gosling.

Il primo dei tre corti s’intitola 2036: Nexus Dawn, ed è stato diretto da Luke Scott, figlio di Ridley, ed è interpretato da Jared Leto (Niander Wallace), uno degli attori più attesi di Blade Runner 2049. Il racconto parte dal 2023, quando le autorità autorizzano il divieto sulla produzione di nuovi replicanti, colpevoli di aver provocato una grossa esplosione tempo prima. 2036: Nexus Dawn narra la prima fase della nuova era dei Replicanti, creati dopo la fine del divieto.

Leggi anche