Home Cinema News Cinema

Jared Leto e i problemi degli attori gay nel mondo del cinema

Il cinema è ancora «molto conservatore», dice il protagonista di "Suicide Squad"

Jared Leto in una scena di "Dallas Buyers Club"

Jared Leto in una scena di "Dallas Buyers Club"

Jared Leto ha parlato, in un’intervista a GQ, riguardo l’industria “molto conservatrice” del cinema, dichiarando che i lavori offerti agli attori gay sono ancora molto limitati.

«Non penso assolutamente che un attore gay abbia le stesse opportunità di un attore etero, parlando di ruoli da protagonisti», osserva Leto. «Non so se è offensivo o meno, ma questo è il mio pensiero. E non dovrebbe essere così». Ha poi aggiunto che il cinema è ancora «un business molto conservatore».

L’attore, che sarà presto al cinema nel ruolo del Joker in Suicide Squad, ha anche parlato del concetto di mascolinità moderna e di cosa significhi per lui. «Siamo in un momento interessante, in cui le persone esplorano tutti i diversi concetti di identità, non solo mascolinità o femminilità… per me, non ho mai avuto un’idea precisa di mascolinità. Penso che sia ok essere se stessi, con tutto quello che possa comportare. Non ho mai sentito il bisogno di presentarmi in un modo particolare».

Leggi anche