Il nuovo film di Wes Anderson sarà un musical ambientato in Francia negli anni ’50

La rivista francese 'Premiere' riporta che il regista avrebbe chiesto a Mark Mothersbaugh di scrivere le canzoni originali per il film
Photo by Lars Niki/Getty Images for The Academy of Motion Picture Arts & Sciences.

Photo by Lars Niki/Getty Images for The Academy of Motion Picture Arts & Sciences.


Ad agosto era arrivata la notizia che Wes Anderson stava esplorando delle location ad Angoulême, in Francia, per iniziare a girare il suo decimo lungometraggio. Nei giorni scorsi la testata francese Charente Libre ha rivelato che si tratterebbe di un musical ambientato negli anni ’50. E ora la rivista Premiere riporta che il regista ha chiesto a Mark Mothersbaugh di scrivere le canzoni originali per il film.

I fan riconosceranno il nome del compositore, che è uno storico collaboratore di Anderson e ha contribuito con le sue colonne sonore al debutto del regista Bottle Rocket e poi a Rushmore, I Tenenbaums e Le avventure acquatiche di Steve Zissou. Dopo Zissou nel 2004, i due non hanno più lavorato insieme, il che significa che il musical sarà il loro primo film insieme in 15 anni.

Negli ultimi tre progetti, compreso il lungometraggio in stop-motion L’Isola dei cani, che con buonissime probabilità vedremo tra i candidati dall’Academy, a occuparsi della soundtrack è stato il premio Oscar Alexandre Desplat, che potrebbe occuparsi dello score, se Mothersbaugh sta lavorando esclusivamente alle canzoni originali.

Mothersbaugh, che ha co-fondato il gruppo rock Devo, è anche noto per aver lavorato alle colonne sonore di Tredici, 21 Jump Street, Thor: Ragnarok, Hotel Transylvania 3 e Lego Movie 2, in uscita nel 2019.