Home Cinema News Cinema

I protagonisti di “Will & Grace” tornano in favore di Hillary Clinton contro Trump

Una reunion storica a sostegno del candidato democratico più impegnato nella lotta per i diritti della comunità rainbow a stelle e strisce

“This just sucks!”
È questa la battuta che apre la mini reunion di Will & Grace spuntata a sorpresa nella notte, l’ultima nella recente moda di resurrezioni televisive, anche se durata soltanto un decina di minuti. Per quelli fra voi che tra i ’90 e i primi anni 2000 hanno fatto l’Erasmus su Marte o si sono beccati una sbornia davvero molto molto lunga, Will & Grace è una fra le sit-com più famose di sempre, salita al successo quando ancora le sit-com erano un fenomeno culturalmente rilevante (adesso ci resta The Big Bang Theory, che di rilevante ha la busta paga del cast). Protagonisti della comedy un avvocato di Manhattan e un’arredatrice d’interni, migliori amici, compagni di vita, tutto fuorché amanti: a lui, infatti, piacciono gli uomini. Assieme a loro, ecco Jack, un favoloso trentenne spiantato, e Karen, ricca alcolista che per noia fa la segretaria. Otto stagioni, 194 episodi che hanno fatto ridere il mondo intero e si sono fatti veicolo per la sensibilizzazione sui diritti civili della comunità LGBT.

A dieci anni dal finale, Will & Grace fa il suo ritorno con uno sketch che vede per protagonisti i fantastici quattro del cast primario, ossia Eric McCormack, Debra Messing, Sean Hayes, Megan Mullally (più un cameo a sorpresa che non vi rovino), riuniti giusto in tempo per il primo dibattito televisivo fra Hillary Clinton e Donald Trump in vista delle elezioni presidenziali del prossimo 8 novembre. Una coincidenza per niente fortuita: il video è stato realizzato proprio con l’intento di promuovere il voto in favore di Hillary Clinton contro Trump. D’altronde non poteva essere altrimenti: uno dei candidati democratici più impegnati nella lotta per i diritti dei gay d’America, la Clinton ha saputo architettare una campagna politica vincendo il supporto delle star più importanti e conosciute del paese, messe in fila come neanche riuscirebbe a fare Taylor Swift in uno dei suoi video. Con la reunion di Will & Grace ha forse messo a segno il colpo finale per aggiudicarsi il cuore della comunità rainbow a stelle e strisce. Perché, per citare Will nella scena finale, quando “Katy Perry likes Hillary”, cos’altro fare se non votarla? E noi italiani, gay e non, che delle elezioni USA ci frega in maniera relativa, possiamo ridere senza secondi fini, ancora una volta appassionatamente.
“This just sucks” recita la battuta iniziale del mini-episodio. Sapete cosa? “This just sucks” per niente.