Home Cinema News Cinema

Harvey Weinstein è positivo al coronavirus

L’ex produttore, condannato a 23 anni di carcere per violenza sessuale e stupro, è attualmente in isolamento

Foto: Spencer Platt/Getty Images

Harvey Weinstein è risultato positivo al test del coronavirus. L’ex produttore, che sta scontando una pena di 23 anni di carcere per violenza sessuale di primo grado e stupro di terzo grado, sarebbe attualmente in isolamento, per la tutela della sua salute e di quella degli altri detenuti.

Weinstein è appena stato trasferito alla Wende Correctional Facility di Alden, nello stato di New York, dal penitenziario di Rikers Island, nella città di New York, in cui era inizialmente detenuto. Il totale dei contagiati a Rikers Island ammonterebbe a 21 detenuti e 17 dipendenti della struttura, e altri 58 detenuti sono al momento monitorati dal personale sanitario.

Visto il personaggio in questione e lo scandalo che ha sollevato, non sono mancate le immediate reazioni. «Anche in prigione, Weinstein ha avuto il privilegio di ricevere il test, mentre a tante persone che in questo momento stanno soffrendo è negato il tampone», ha scritto Rosanna Arquette, tra le prime a “twittare”.

Con oltre 30mila contagi, gli Stati Uniti sono il terzo Paese nel mondo più colpito dal coronavirus dopo Cina e Italia.

Leggi anche