Home Cinema News Cinema

Golden Globes 2016: chi vincerà (secondo noi)

Le nostre previsioni su chi si porterà a casa i premi

Un'immagine della scorsa edizione dei Golden Globes

Un'immagine della scorsa edizione dei Golden Globes

Aggiudicarsi un Golden Globe non ha lo stesso valore di un Oscar o un Emmy, ma la cerimonia in sè è spesso più divertente, per una grande ragione: è imprevedibile. Le star sono tutte su di giri, l’atmosfera è informale e i risultati sono spesso… diciamo bizzarri. La Hollywood Foreign Press Association è una piccola organizzazione e tiene avvolti nel mistero sia i nomi dei suoi membri sia il metodo di voto. È spesso difficile trovare un senso alle loro scelte, perché come ogni oracolo che si rispetti non dà mai spiegazioni.

La cosa migliore da fare affrontando un pronostico, in effetti, è distinguere alcuni schemi che si ripetono. Per esempio, quando si parla di Miglior Film, i Globes funzionano come prove generali dell’Oscar, dando la possibilità ai possibili vincitori dell’Academy di testare i loro discorsi di ringraziamento. Ma l’associazione a volte vuole anche far felici le star, dando ad attori come Tom Cruise e Leonardo DiCaprio un riconoscimento ben prima che ci pensino gli Oscar. Per quanto riguarda i premi televisivi, i Golden Globes sembrano riempire gli spazi lasciati liberi dagli Emmy, cercando sempre di premiare le proposte nuove e in ascesa, piuttosto che i soliti nomi, anno dopo anno.

Quindi, complice anche un lista di nomination tra le più calde degli ultimi anni, ecco alcune previsioni su cosa succederà domenica notte.

Miglior film drammatico

Nomination: Carol; Mad Max: Fury Road; The Revenant; Room; Spotlight
Previsione: Spotlight

Questa è una di quelle categorie dove la HFPA tende a seguire quello che fanno tutti gli altri. E visto che questo film, pieno di star e davvero ben fatto, ha collezionato vittorie su vittorie, sembra altamente probabile che i produttori debbano fare spazio per un Golden Globe sul loro scaffale. E anche per un Oscar.

Miglior film musical o commedia

Nomination: La grande scommessa; Joy; Sopravvissuto – The Martian; Spy; Un disastro di ragazza
Previsione: La grande scommessa

Il premio “commedia” dovrebbe dare la possibilità alla Hollywood Foreign Press di regalare visibilità a un film che non riuscirà a conquistare la seria giuria degli Academy. Ma la maggior parte delle volte questo award va nelle mani di un film che è solo in parte divertente. Solo due tra quelle nominate sono commedie al 100% e nessuna di queste è favorita per la vittoria: questo vuol dire che la lotta è tra la leggera avventura nello spazio e la cupa lezione di economia. La seconda ha più possibilità, anche solo perché il team creativo potrebbe fare un discorso più eccitante.

Miglior attore in un film drammatico

Nomination: Bryan Cranston (L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo); Leonardo DiCaprio (The Revenant); Michael Fassbender (Steve Jobs); Eddie Redmayne (The Danish Girl); Will Smith (Concussion)
Previsione: Leonardo DiCaprio

Quanto sarebbe divertente se DiCaprio vincesse finalmente un Oscar, ma non riuscisse a portarsi a casa un Globe? Potrebbe anche succedere, visto che, al contrario degli Academy, la HFPA ha messo in lizza solo nomi forti. La wild card è Cranston, che ha fatto un passaggio di classe dalla TV al cinema. Ma la scelta più ovvia sembra essere ancora DiCaprio.

Miglior attrice in un film drammatico

Nomination: Cate Blanchett (Carol); Brie Larson (Room); Rooney Mara (Carol); Saoirse Ronan (Brooklyn); Alicia Vikander (The Danish Girl)
Previsione: Saoirse Ronan

Innanzitutto, grazie alla HFPA per non aver ceduto alla tentazione di considerare Rooney Mara e Alicia Vikander attrici non protagoniste dei rispettivi film. Mantenere l’integrità di questa categoria la fa diventare una delle più interessanti della serata, visto che il premio potrebbe essere vinto da chiunque. Il vero testa a testa è tra Larson e Ronan, con la seconda un po’ più in vantaggio, visto che Brooklyn, dobbiamo dirlo, è un po’ più semplice per il pubblico.

Miglior attore in un film musical o commedia

Nomination: Christian Bale (La grande scommessa); Steve Carell (La grande scommessa); Matt Damon (Sopravvissuto – The Martian); Al Pacino (La canzone della vita – Danny Collins); Mark Ruffalo (Teneramente folle)
Previsione: Matt Damon

Tutti questi gentiluomini hanno fatto qualcosa di buono. Bale è arrivato a interpretare un genio della finanza con un disordine sociale. Carrell ha bilanciato rabbia e umorismo. Buffalo potrebbe vincere come premio collettivo per questo film e Spotlight. E Pacino è Pacino. Ma sapevate che Damon non ha mai vinto un Globe come attore? Questo potrebbe essere il suo anno, per una performance gradevole che non rientra in nessuna categoria.

Miglior attrice in un film musical o commedia

Nomination: Jennifer Lawrence (Joy); Melissa McCarthy (Spy); Amy Schumer (Un disastro di ragazza); Maggie Smith (The Lady in the Van); Lily Tomlin (Grandma)
Previsione: Amy Schumer

La scelta più scontata potrebbe essere la Lawrence, che ha il ruolo più divertente nel film più di classe di questi cinque e ha già vinto due Globes. Ma qui è proprio il premio dove l’amore per le cose nuove salta fuori. La McCarthy regala la performance più divertente del gruppo, ma grazie a Un disastro di ragazza, Amy Schumer si conferma come una delle comiche più divertenti e intelligenti della sua generazione.

Miglior attore non protagonista

Nomination: Paul Dano (Love & Mercy); Idris Elba (Beasts of No Nation); Mark Rylance (Il ponte delle spie); Michael Shannon (99 Homes); Sylvester Stallone (Creed)
Previsione: Sylvester Stallone

Okay, dimenticate la categoria Miglior attrice in un film drammatico: questa è la più tosta. Rylance è l’uomo del momento, avendo già vinto un sacco di altri premi per il suo stoico agente segreto ne Il ponte delle spie e Dano interpreta il suo miglior ruolo finora, con il giovane Brian Wilson in Love & Mercy. E poi, Shannon e Elba potrebbero portare a casa delle statuette ogni volta. Ma oltre alle novità, alla HFPA piacciono i grandi ritorni, e la bellissima performance di Stallone nei panni di un Rocky Balboa invecchiato in Creed è storica.

Miglior attrice non protagonista

Nomination: Jane Fonda (Youth); Jennifer Jason Leigh (The Hateful Eight); Helen Mirren (L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo); Alicia Vikander (Ex Machina); Kate Winslet (Steve Jobs)
Previsione: Alicia Vikander

Jennifer Jason Leigh regala una performance fenomenale in The Hateful Eight, ma il film manca dalle altre categorie principali. La Vikander è ottima in Ex Machina e un award qui potrebbe essere una consolazione se non riuscisse a portarselo a casa con The Danish Girl.

Miglior regista

Nomination: Todd Haynes (Carol); Alejandro González Iñárritu (The Revenant); Tom McCarthy (Spotlight); George Miller (Mad Max: Fury Road); Ridley Scott (Sopravvissuto – The Martian)
Previsione: George Miller

Visto che i votanti dei Globes preferiscono le scelte popolari – e visto che un difetto di Spotlight è che non sia visivamente molto di impatto – questo potrebbe essere il premio che Carol o Mad Max potrebbero portarsi a casa. Puntiamo sul secondo, che è stato un nome stupefacente durante questa stagione di premi.

Miglior film d’animazione

Nomination: Anomalisa; Il viaggio di Arlo; Inside Out; Snoopy & Friends; Shaun, vita da pecora
Previsione: Inside Out

La Hollywood Foreign Press potrebbe sempre diventare carina e dare un premio all’artistico e decisamente per adulti Anomalisa. Ma, in qualche modo, la Pixar ha risolto il compito alla giuria, producendo un capolavoro. È facile andare sul sicuro con un film meraviglioso come Inside Out.

Miglior serie drammatica

Nomination: Empire; Game of Thrones; Mr. Robot; Narcos; Outlander
Previsione: Mr. Robot

Nel passato, i Globes sono stati più bravi a cogliere i nomi giusti della golden age televisiva degli Emmy. Ma quest’anno? Diciamo che per quante ottime, queste nomination, collettivamente, non raccontano esattamente la stagione della TV 2015. È difficile leggere nella mente della HFPA qui, ma Mr. Robot potrebbe essere una scelta coraggiosa, cosa che piace molto agli organizzatori.

Miglior serie comica

Nomination: Casual; Mozart in the Jungle; Orange Is the New Black; Silicon Valley; Transparent; Veep
Previsione: Transparent

Questo gruppo è ancora più casuale di quello per la serie drammatica, e ancora più lontano dalla realtà, visto che fallisce in pieno nel rappresentare le ottime commedie che ci sono in onda in questo momento. I Globes difficilmente si ripetono, ma il vincitore dello scorso anno, Transparent, potrebbe essere un’ottima eccezione, visto che la seconda stagione è ancora meglio della prima.

Miglior attore in una serie drammatica

Nomination: Jon Hamm (Mad Men); Rami Malek (Mr. Robot); Wagner Moura (Narcos); Bob Odenkirk (Better Call Saul); Liev Schreiber (Ray Donovan)
Previsione: Bob Odenkirk

Se Hamm non avesse già avuto il suo grande momento agli scorsi Emmy, probabilmente sarebbe una puntata sicura qui. E in realtà potrebbe vincere lo stesso. Ma Odenkirk ha fatto crescere il suo personaggio monodimensionale di Breaking Bad in un protagonista dalle mille sfaccettature, una cosa che non sarà ignorata. Anche ignorando il fatto che non è presente nelle nomination delle migliori serie.

Miglior attrice in una serie drammatica

Nomination: Caitriona Balfe (Outlander); Viola Davis (How to Get Away With Murder); Eva Green (Penny Dreadful); Taraji P. Henson (Empire); Robin Wright (House of Cards)
Previsione: Caitriona Balfe

A volte le nomination nelle altre categorie fanno capire le intenzioni della Hollywood Foreign Press. Ecco un suggerimento: a questa gente piace un sacco Outlander, a quanto pare. Tara P. Henson ha un’ottima chance, di sicuro, visto che la Davis l’ha sconfitta agli Emmy e Empire è arrivato troppo tardi l’anno scorso per catturare l’attenzione dei Globes. Ma la Balfe sembra essere in testa, visto quante volte il suo show è presente nelle altre nomination.

Miglior attore in una serie comica

Nomination: Aziz Ansari (Master of None); Gael García Bernal (Mozart in the Jungle); Rob Lowe (The Grinder); Patrick Stewart (Blunt Talk); Jeffrey Tambor (Transparent)
Previsione: Rob Lowe

Transparent potrebbe anche vincere di nuovo come Migliore Serie, ma Tambor ha troppa competizione di livello qui per salire ancora una volta sul palco. Il nome che potrebbe avere qualche chance qui è quello di Lowe, per una serie di ragioni: è un affascinante volto noto, è stato nominato più volte con The West Wing senza mai vincere ed è bravissimo in The Grinder, una delle gemme più sottovalutate dell’anno.

Miglior attrice in una serie comica

Nomination: Rachel Bloom (Crazy Ex-Girlfriend); Jamie Lee Curtis (Scream Queens); Julia Louis-Dreyfus (Veep); Gina Rodriguez (Jane the Virgin); Lily Tomlin (Grace and Frankie)
Previsione: Rachel Bloom

Ancora una volta, qui è dove i Globes si differenziano dagli Emmy: il nuovo talento sorpassa quello vecchio. Gina Rodriguez era il nome nuovo l’anno scorso, e non sarebbe un peccato vincesse ancora. Ma lo show di Rachel Bloom merita più pubblicità, quella che un Golden Globe potrebbe regalare. In più, balla e canta! Ed è produttrice esecutiva! È sia brava che particolare, cose che di solito bastano per aggiudicarsi un premio.