Home Cinema News Cinema

George R. R. Martin non vi dice come finirà “Il Trono di Spade”

E non pensa che la serie riuscirà mai ad essere più veloce di lui: «Ho 17 anni di vantaggio»

L'autore dei libri de "Il Trono di Spade", George Raymond Richard Martin

L'autore dei libri de "Il Trono di Spade", George Raymond Richard Martin

Lo scrittore George R. R. Martin, autore della saga de Il Trono di Spade, ha risposto ad alcune domande sul suo lavoro e sulla serie in un incontro alla Northwestern Medill School of Journalism. Gli argomenti toccati sono tanti, ma i più succosi sono stati ovviamente quelli legati al rapporto tra i suoi libri e la serie televisiva.

Intanto ha «Sento che mi stanno inseguendo, e mi chiedo, “Come faccio a scrivere più veloce?”. Penso che per ora la risposta sia “Non posso”. Scrivo al mio ritmo, e ciò che lo show sta facendo è non cambiare il contenuto dei libri. Ho iniziato a scrivere le vicende di questi personaggi nel 1991 e non abbiamo iniziato a pensare a una serie fino al 2008, quindi ho un vantaggio di 17 anni!».

Ma come finirà la saga? Qualcuno ha alzato la mano e gliel’ha chiesto. La risposta di Martin, ovviamente, non dice nulla. «Tutti vogliamo un finale positivo, in un modo o nell’altro. Personalmente, sono attratto da un finale agrodolce. La gente continua a chiedermi come finirà Il Trono di Spade, io non rispondo chiaramente… Ma dico sempre di aspettarsi qualcosa di agrodolce sul finale. Non puoi completare una missione epica e poi pensare che la vita sia meravigliosa».

Leggi anche