Home Cinema News Cinema

“Game of Thrones” guida le nomination degli Emmys

Sono stati pubblicati i nomi candidati alla vittoria finale. La serie tv, arrivata alla quinta stagione, è presente in 24 categorie diverse. Tra new entry e ultime possibilità, chi vincerà?

Lena Headey e Peter Dinklage agli scorsi Emmys. Foto: Invision/AP

Lena Headey e Peter Dinklage agli scorsi Emmys. Foto: Invision/AP

Sono state rese pubbliche le nomination agli Emmy awards, gli “Oscar” della televisione.

Come da previsioni è Game of Thrones a guidare le candidature. La serie preferita di Snoop Dogg è stata nominata in 24 categorie diverse, tra cui, ovviamente, le più importanti.

La competizione quest’anno potrebbe riservare un po’ di sorprese: è uscita di scena Breaking Bad, una delle più apprezzate di sempre, rimpiazzata dal suo prequel Better Call Saul e anche True Detective si è presa un anno di pausa (ma è già tornata con dell’ottima musica).

Potrebbe esserci il colpo di coda di Mad Men, da poco conclusa. Oppure confermarsi il peso specifico che ha raggiunto Netflix, in attesa che arrivi anche da noi, presente in grande stile con House of Cards e Orange is the New Black.

Anche l’ingresso di Jane the Virgin, Transparent e Unbreakable Kimmy Schmidt nella categoria Comedy rappresenta un probabile ostacolo a Modern Family, in striscia vincente da parecchie edizioni.

Ma parliamo di quello che ci riesce meglio: la musica. Perché Montage Of Heck e Sonic Highways sono stati candidati per un sacco di categorie: 7 per il documentario sulla vita di Kurt Cobain e 4 per la serie tv che celebra i 20 anni dei Foo Fighters e che racconta anche la genesi dell’ultimo omonimo album.

Per quanto riguarda i talk show, sia Letterman che Stephen Colbert hanno abbandonato le loro scrivanie (con il secondo pronto a prendere il posto del primo), ma entrambi sono in lizza per la vittoria.

Sono aperte le previsioni, tanto c’è tempo fino al 20 di settembre.